e-Gov

SUSE Linux abbraccia il kernel 2.6

In grembo alla sua nuova proprietaria, Novell, il distributore tedesco SUSE
ha dato alla luce una nuova versione del proprio sistema operativo SUSE Linux,
la 9.1, che abbraccia il giovane kernel 2.6 e si aggiorna alle più recenti
versioni di GNOME, KDE e Samba.

Novell afferma che il nuovo SUSE Linux 9.1, disponibile nell’edizione Personal
e Professional, è "la prima completa soluzione commerciale di prodotti
Linux basati sul kernel 2.6". L’ultimo kernel di Linux si trova alla base
di alcune altre distribuzioni, fra cui la recentissima Mandrake Linux 10.

La versione a 64 bit di SUSE Linux 9.1 Professional viene fornita insieme a
quella a 32 bit e supporta sia l’architettura AMD64 di AMD che la recentemente
annunciata Extended Memory 64 Technology di Intel, anche nota come IA-32e. Nell’edizione
Personal è invece incluso un Live CD che permette di utilizzare il sistema
operativo di SUSE senza la necessità di installarlo.

Fra le altre novità di maggior rilievo di SUSE Linux 9.1 vi è
poi l’inclusione delle più recenti versioni dei desktop environment GNOME
e KDE, presenti rispettivamente nella versione 2.4.2 e 3.2.1, e di Samba 3,
la nuova release del noto software utilizzato per creare reti locali condivise
fra client Linux e Windows. La distribuzione contiene poi il tool di configurazione
YaST 2, la suite per l’ufficio OpenOffice 1.1, le applicazioni di videoscrittura
Textmaker e Planmaker, l’applicazione di home banking Moneyplex, il "clone"
open source di MS Access Rekall e l’editor HTML WYSIWYG Quanta Plus.

SUSE Linux 9.1 sarà disponibile a partire dal 6 maggio al prezzo di
30 dollari per l’edizione Personal e di 90 dollari per quella Professional.
Quest’ultima include 5 CD, 2 DVD a doppia faccia, manuale utente e guida all’amministrazione,
e 90 giorni di supporto per l’installazione.