e-Gov

Svinando ti consiglia i migliori vini e te li fa pagare il giusto

Svinando.com è un vero club online (gratuito) per appassionati di vini che consente di scoprire le migliori etichette, avere consigli puntuali e acquistare a buon prezzo. La startup omonima che ha creato il servizio ha pensato a tutto.

Vanta un team di intenditori che seleziona periodicamente vini provenienti da tutta Italia e che si prodiga nella realizzazione di schede informative e videorecensioni. Inoltre grazie al rapporto diretto con i produttori riesce a offrire prezzi concorrenziali, poiché di fatto non vi sono intermediari di distribuzione. Ecco quindi l'intervista al fondatore Riccardo Triolo.

migliori startup italiane

Startup italiane di successo

La rubrica è completamente dedicata alle nuove realtà imprenditoriali emergenti, ovviamente legate al mondo della tecnologia e del digitale. Ogni settimana Tom's Hardware darà visibilità a una startup e il suo fondatore, nella speranza che altri giovani possano trarre ispirazione. E magari qualche business angel o venture capital si metta una mano sul cuore e un'altra al portafogli. Scrivetemi a dario.delia@tomshw.it.

Perché a 50 anni dalla morte di John Fitzgerald Kennedy c'è una frase del discorso del suo insediamento che è ancora carica valore e forza propulsiva. "Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese".

Pronti. Partenza. Via!


Presentati

Mi chiamo Riccardo Triolo e ho 31 anni. Ho conseguito il titolo di dottore commercialista dopo la laurea in Economia e Commercio. È stata un'esperienza importante, decisiva per capire il mondo imprenditoriale, ma non ero completamente soddisfatto di quanto stavo facendo. Ho quindi deciso di dedicarmi alla mia passione per il venture capital, e per qualche anno ho lavorato in un fondo. Durante quel periodo ho avuto l'occasione di lavorare prima come controller e poi come direttore finanziario presso un'azienda in cui avevamo investito. A quel punto ho capito che ero pronto per fondarne una mia

Riccardo Triolo

Riccardo Triolo


Presenta la tua startup

Svinando (www.svinando.com) è il wine club online che garantisce ai suoi membri l'accesso a offerte esclusive di bottiglie d'eccellenza altrimenti difficilmente reperibili, selezionate una per una da un team di esperti, vendute un'etichetta alla volta con offerte lampo a prezzo promozionale riservate agli iscritti.

Di recente abbiamo chiuso il nostro secondo aumento di capitale, da 300.000 euro, a cui ha preso parte anche il Club degli Investitori, associazione di business angel piemontesi, e a ottobre di quest’anno abbiamo esordito nel mercato tedesco (www.svinando.de).

Svinando

Svinando

L'idea mi è venuta insieme ad alcuni amici (ora anche colleghi) nell'estate del 2012 partendo da una passione comune, quella per il vino, e da due considerazioni: la difficoltà di conoscere la storia dietro ogni bottiglia e il prezzo spesso molto alto a causa dei numerosi livelli di intermediazione.

Ad agosto l'idea è diventata un'attività full time, a settembre abbiamo ricevuto il supporto dell'Incubatore dell'Università di Torino, 2i3T, a ottobre abbiamo costituito la società, a dicembre siamo andati online con il sito e lunedì 18 febbraio siamo partiti con la prima vendita: sold out in meno di 24 ore.


La più grande difficoltà che hai incontrato nello sviluppo del tuo progetto

Al di là delle difficoltà con cui in Italia si scontrano quotidianamente tutte le imprese, di ogni dimensione ed età (burocrazia, pressione fiscale, accesso al credito, etc.), direi l'iniziale scarsità di risorse (finanziarie e non) .


Un consiglio per tutti gli startupper

Provateci, a tutti i costi, ma con le idee chiare: approccio analitico e un piano solido e articolato sono la base di partenza imprescindibile di qualsiasi progetto.

Il team di Svinando

Il team di Svinando


Un errore da non fare

Trascurare i dettagli, aspettarsi un successo immediato e con poco sforzo: solo rimboccandosi le maniche e lavorando sodo, giorno dopo giorno, è possibile ottenere i risultati.


Cosa cambiare in questo paese per favorire le startup

Qualche piccolo passo è stato fatto, il più recente con il DM 30 gennaio 2014, che ha introdotto significative agevolazioni fiscali per chi investe in startup innovative. Credo che i cambiamenti più importanti debbano avvenire in questo senso: agevolazioni fiscali, snellimento della burocrazia, accesso al credito e mentoring.


Tre motivi per continuare a fare impresa e credere nel Made in Italy

Il Made in Italy è l'unico, inimitabile (anche se ci provano in tanti) e impareggiabile punto di forza su cui deve far leva l'Italia per ripartire: turismo, cultura, arte, eccellenze artigianali ed enogastromiche, tutti invidiano da sempre "l’italian lifestyle", e questo è il primo, ottimo motivo per continuare a crederci.

Poi perché in Italia i talenti e il know how non mancano: perché sprecarli o metterli al servizio di qualcun altro?

E infine perché se non ci crediamo noi italiani, chi lo farà?