Tom's Hardware Italia
Telco

Telecom Italia, semestrale record ma ormai parla francese

La semestrale di Telecom Italia registra numeri impressionanti con ricavi consolidati di 9,8 miliardi e margine operativo lordo di 4,1 miliardi. È diventata ufficialmente una controllata di Vivendi.

Telecom Italia è davvero un simbolo di italianità: privatizzata malamente, acquisita alla bersagliera, oggetto di conquista spagnola e adesso avamposto francese. Ma i conti vanno alla grande e l'artefice di questo risultato, l'ex AD Falvio Cattaneo, ormai ha liberato la scrivania e fatto i bagagli.Da ieri Telecom è diventata ufficialmente una controllata di Vivendi grazie a una norma italiana che avrebbe dovuto proteggerla da rastrellamenti e scalate. Di fatto verrà registrata alla Camera di Commercio di Roma come una società satellite.

tim1

L'ultimo consiglio di amministrazione dell'era Cattaneo si è concluso con una semestrale record e un metaforico stappo di champagne. Amos Genish è stato designato come direttore operativo, mentre il vice presidente Giuseppe Recchi ha ricevuto le deleghe alla sicurezza e Sparkle. Nel comitato strategico poi, l'uscita di Cattaneo ha lasciato il posto a Frederic Crepin.

telecom

Il capitolo finanziario fa buon gioco all'ex AD Cattaneo che al netto delle polemiche sulla sua buonuscita ha superato ogni obiettivo. La relazione finanziaria semestrale ha confermato ricavi consolidati di 9,8 miliardi di euro con un +7,4% rispetto allo stesso periodo 2016 e un margine operativo lordo di 4,1 miliardi (+10,4%). L'indebitamento finanziario è sceso a 25,104 miliardi di euro, praticamente 15 milioni in meno rispetto a dicembre 2016 e 2,4 miliardi in meno rispetto a giugno 2016.

Leggi anche: Cattaneo saluta Telecom, ma difende la buonuscita "monstre"

Il mercato domestico ha registrato un aumento del fatturato del 3,4% e un margine operativo lordo più alto del 5,6%. Per la prima volta in 10 anni i ricavi dei servizi sono aumentati, così come quelli per singolo cliente (ARPU +2 euro/mese su tutta la clientela e +3 euro/mese su quella broadband).

telecom

"Nel segmento Fisso Domestico, TIM prevede di ridurre la contrazione del numero di clienti – con azzeramento delle line losses entro il 2018 – grazie all'accelerazione nella diffusione e conseguente adozione della fibra", si legge nel documento ufficiale. "Fondamentale sarà anche la strategia commerciale volta a mantenere e sviluppare la clientela attraverso, ad esempio, la fornitura di dispositivi ed elettrodomestici per la Smart-Home connessi alla rete domestica e pagabili direttamente in bolletta".


Tom's Consiglia

Da leggere sotto il sole: Le campagne di Napoleone in Italia