Tom's Hardware Italia
Telco

Telefonia mobile, crescono GB e minuti ma anche i prezzi

Traffico dati e minuti compresi nei pacchetti mobile sono in costante crescita, mentre i prezzi sono più o meno stabili, anche se ultimamente hanno ripreso a salire. È questa la foto di Sostariffe.it che emerge dall'ultima rilevazione effettuata grazie al comparatore dedicato alle migliori offerte per la telefonia mobile. In particolare si parla di un […]

Traffico dati e minuti compresi nei pacchetti mobile sono in costante crescita, mentre i prezzi sono più o meno stabili, anche se ultimamente hanno ripreso a salire. È questa la foto di Sostariffe.it che emerge dall'ultima rilevazione effettuata grazie al comparatore dedicato alle migliori offerte per la telefonia mobile. In particolare si parla di un +31,2% rispetto a luglio per quanto riguarda i GB. Calano invece gli SMS (30,4% in meno), ormai soppiantati dai social. I canoni mensili restano invece grossomodo stabili, ma si registrano lievi rincari (dello 0,2%).

Qualche mese dopo l'ingresso di Iliad e Ho. Mobile nel mercato della telefonia mobile, la battaglia all'ultimo cliente tra i vari operatori non accenna dunque a placarsi, anche se sta tornando lentamente a regime.

Tabella Telefonia guerra dei prezzi SosTariffe it ottobre 2018

Restringendo il campo ai soli operatori MNO, ovvero gli operatori classici proprietari di rete, i dati cambiano di poco. Tra luglio e fine settembre 2018 le compagnie hanno infatti cercato di allettare i clienti con più minuti (circa il 4,1% in più) ma soprattutto molto più Internet (18,1%, di traffico dati in più), mentre anche qui si punta sempre meno sugli SMS tradizionali (30,4% in meno).

Rispetto al mese di luglio e a quanto registrato per gli operatori virtuali le tariffe sono nel complesso lievemente più convenienti, con prezzi appena più bassi (circa il 3,3% in meno), anche se in questo caso il merito è soprattutto delle cosiddette tariffe "winback", proposte particolarmente vantaggiose rivolte a chi ha da poco cambiato operatore.

Se insieme ai provider tradizionali teniamo conto anche degli operatori virtuali (i provider che non dispongono di un'infrastruttura di rete, come Kena Mobile che si appoggia sulla rete TIM e PosteMobile che sfrutta la rete Wind Tre) ci accorgiamo invece che i prezzi sono lievemente saliti. Dopo il calo drastico dei prezzi da maggio a luglio, necessario per contrastare la concorrenza di Iliad e ho. che aveva fatto precipitare il costo medio dei pacchetti dai 10,96 euro al mese di maggio a 8,71 euro di luglio, ora le tariffe stanno timidamente risalendo (dello 0,2%). Così in media oggi si spendono circa 8,73 euro mensili.