e-Gov

Televisioni Apple a fine 2012: l’ultima fatica di Jobs

Una vera e propria televisione Apple potrebbe essere pronta per Natale 2012. Questa in sintesi la valutazione dello stimato analista Gene Munster di Piper Jaffray. In pratica pare che più fonti attendibili abbiano confermato lo sviluppo da parte di Apple di una serie di prototipi TV in collaborazione con i fornitori asiatici. Si parla soprattutto di una soluzione all-in-one dotata quindi di connessione al Web, accesso diretto all’App Store e contenuti iTunes. Niente di particolarmente rivoluzionario sotto il punto di vista tecnico, ma potenzialmente letale sul fronte commerciale e dell’usabilità.

Televisione Apple concept

In fondo si tratterebbe di immaginare un dispositivo, magari simile esteticamente a un iMac, con un piccole cuore Apple TV. Basterebbe insomma un’operazione di sottrazione: ridurre gli ingombri dello chassis del computer ed eliminare il superfluo dal piccolo dispositivo che adesso consente già streaming TV e la fruizione di foto, musica e film su maxi-schermo. 

Comparativa prodotti – Clicca per ingrandire

Il report firmato Piper Jaffray stima che se Apple dovesse sbarcare sul mercato con una TV entro la fine del 2012, potrebbe aggiungere un 3% ai suoi ricavi 2013. Il tutto considerando che nel 2012 delle 220 milioni di TV vendute circa il 48% (circa 106 milioni) disporrà di supporto Web. Il colosso di Cupertino potrebbe aggiudicarsene una fettina: circa 1,4 milioni di unità.

Brevetto Apple – Clicca per ingrandire

Per di più Munster, che ha curato il rapporto, è convinto che iCloud e il sistema di controllo vocale Siri siano perfetti per un’HDTV. La piattaforma cloud agevolerebbe nell’accesso e gestione dei contenuti audio-video, mentre Siri semplificherebbe l’interazione.

Stime Piper Jaffray – Clicca per ingrandire

A gennaio l’analista ha avuto conferma di un’operazione in vasta scala firmata Apple per lo sviluppo produttivo in Asia: un progetto per assicurarsi la fornitura di grandi volumi di pannelli LCD fino a un massimo di 50 pollici di diagonale.

Biografia Jobs – Clicca per ingrandire

A garanzia di queste indiscrezioni, una rivelazione fatta da Steve Jobs al suo biografo Walter Isaacson. Sul libro “Steve Jobs” (già disponibile anche in italiano su iTunes) si legge dello sviluppo di un sistema TV facile da usare, capace di rivoluzionare il concetto stesso di televisione. Jobs “voleva fare per le TV ciò che ha fatto per i computer, lettori musicali e cellulari: renderli semplici ed eleganti”, scrive l’autore.

“Avrà la più semplice interfaccia utente si possa immaginare”, dichiarò Jobs. “Alla fine ce l’ho fatta”.