Tom's Hardware Italia
Telco

TIM rincara di 1,99 euro alcune offerte ricaricabili mobili non più in commercio

TIM ha annunciato un rincaro di 1,99 euro al mese per alcune offerte ricaricabili mobili non più in commercio.

TIM ha annunciato un rincaro di 1,99 euro al mese per alcune offerte mobili ricaricabili, non più commercializzate. La rimodulazione scatterà a partire dal 28 aprile 2019 e si manifesterà al primo rinnovo utile. Per la verifica TIM suggerisce di accedere alla sezione MyTIM Mobile oppure chiamare il Servizio Clienti 119. Ad ogni modo è già iniziata una campagna di invio SMS, IVR (Risposta Vocale Interattiva) e Web (Sezione “Per i consumatori – comunicazioni importanti”) per i clienti interessati.

L’unico zuccherino per addolcire il rincaro è la possibilità di attivare gratuitamente alcune promozioni. Ma anche in questo caso non saranno disponibili a tutti e bisognerà procedere a verifica nella sezione “Offerte per te” di MyTIM Mobile, oppure chiamando il numero gratuito 409168.

Nello specifico si parla di:

  • “Minuti Illimitati gratis”, per parlare Senza Limiti con tutti i numeri mobili e fissi nazionali, sia in Italia che in roaming in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La promozione è a tempo indeterminato.
  • “20Giga gratis per 1 anno” che offre ogni mese 20GB gratis per 1 anno, per navigare in Internet dal proprio smartphone alla velocità della rete 4.5G di TIM, in Italia e nei Paesi dell’Unione Europea.

Al solito, come avviene per ogni rimodulazione contrattuale, i clienti potranno esercitare il Diritto di Recesso ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche. Oppure semplicemente disattivare l’offerta e mantenere la linea mobile passando a una tariffazione a consumo oppure a un’altra fra quelle disponibili.

“Qualora i clienti interessati non intendessero accettare le modifiche delle condizioni sopra descritte, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, è possibile recedere dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il giorno antecedente la data di avvio della modifica contrattuale, comunicata nel testo SMS inviato al cliente con almeno 30 giorni di preavviso, secondo le modalità di seguito indicate”, ricorda TIM.

Per il recesso bisognerà compilare online il “Modulo di richiesta cessazione ed autocertificazione di possesso linea”. In alternativa, è possibile scaricare, stampare e compilare lo stesso modulo, ed inviarlo all’indirizzo indicato nello stesso o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it, allegando copia della documentazione richiesta, oppure recarsi presso i negozi TIM (per trovare il negozio TIM più vicino a te, vai su tim.it/negozi-tim) o chiama il 119.

” Il suddetto modulo può aiutare il cliente a gestire la richiesta di recesso, ma è sempre possibile inviare, in alternativa, una comunicazione scritta in forma libera, che dovrà, tuttavia, contenere i medesimi dati, essendo gli stessi necessari all’espletamento della richiesta. Si ricorda che, in caso il cliente scelga di cessare la linea mobile, perderà definitivamente il relativo numero di telefono”, conclude la nota.

In presenza di un prodotto, abbinato al contratto, oppure una promozione legata alla permanenza sarà bene compilare online il “Modulo di richiesta di esercizio diritto di recesso” oppure contattare il Servizio Clienti 119, affinché non gli siano addebitati eventuali penali e costi di disattivazione. Dopodiché sarà possibile decidere se mantenere attiva la rateizzazione del prodotto o pagare le rate residue in un’unica soluzione.