Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Telco

TIM torna alla fatturazione mensile con un plus sul mobile

TIM ha ufficializzato che le sue offerte residenziali e mobili (consumer) a partire rispettivamente dal 1° aprile e dal 5 marzo  torneranno a una fatturazione su base mensile.L'adeguamento era nell'aria, considerato il rispetto dei termini temporali previsti dalla Legge n.172/17 del 4 dicembre 2017 che obbliga gli operatori TLC e pay-TV ad abbandonare la fatturazione ogni 28 giorni.

linea fissa

Bisogna riconoscere a TIM che sul tema della trasparenza questa volta ha fatto le cose in grande, realizzando una pagina Web – raggiungibile dalla homepage –  ricca di dettagli e risposte alle domande più frequenti. Ad esempio per quanto riguarda la linea fissa viene esplicitato che a partire dal primo aprile i canoni di abbonamento saranno calcolati su mese mensile, non più ogni 28 giorni, e che le bollette saranno emesse ogni mese anziché ogni 56 giorni.

Ovviamente la diretta conseguenza è che il costo dei canoni aumenterà dell'8,6%, ma su base annuale di fatto non cambierà nulla – la cifra complessiva sarà la stessa solo ripartita diversamente. Inoltre i pagamenti rateali di dispositivi abbinati ai contratti e addebitati in bolletta non subiranno modifiche.

mobile

Da rilevare anche la presenza di un contatore che permette di conoscere quanto si andrà a spendere con la variazione di fatturazione. Basta digitare il canone attuale per ottenere il costo giornaliero e quello (futuro) mensile.

Sul fronte mobile le novità positive – in ottica di trasparenza – sono ancora di più. La prima è che ogni offerta prepagata mobile si rinnoverà ogni mese (e non più ogni 7, 28 o 30 giorni) sempre nello stesso giorno del mese dando al cliente la certezza della data di rinnovo e portando a 12 il numero dei rinnovi nel corso di ogni anno solare.

"Ad esempio, se l'offerta viene attivata il 15 Marzo, i successivi rinnovi avverranno sempre il giorno 15 di ciascun mese, ossia il 15 Aprile, il 15 maggio, il 15 Giugno e così via", si legge sul sito TIM.

contatore
Il contatore mobile

In secondo luogo, poiché si allungherà il periodo di rinnovo delle offerte (da 7, 28 o 30 giorni a mese solare), TIM aumenterà in maniera proporzionale le quantità di minuti, GB e SMS per garantire gli stessi contenuti annuali delle offerte. Non è un dettaglio da poco, perché la concorrenza – si pensi ad esempio a Vodafone – si è dimenticata di riconoscere il traffico perso con un canone annuale in meno.

Anche in questo caso è presente un contatore che mostra esattamente come varieranno i costi e l'ammontare del traffico voce, dati a disposizione con la variazione.

Sia per le offerte mobili che residenziali TIM ricorda che l'adeguamento al nuovo sistema di fatturazione prevede comunque la  facoltà di recesso senza costi entro il 31 marzo 2018 per il residenziale ed entro il 4 marzo per il mobile inviando una comunicazione scritta alla Casella Postale 111 00054 Fiumicino (Roma) o via fax al numero 800.000.187.

TIM al solito dimentica la PEC, ma ci pensiamo noi di Tom's Hardware a ricordarla: se volete recedere potete inviarla a telecomitalia@pec.telecomitalia.it.