e-Gov

Tom’s Network sbanca YouTube, 160 milioni di view in un mese

Tom's network è il più grande aggregatore italiano di canali YouTube in ambito gaming: da giugno 2012 ha macinato più di 2 miliardi di visualizzazioni. Su Tom's Hardware ne abbiamo parlato raramente perché è un nostro spinoff completamente dedicato al social video in area intrattenimento che abbiamo coccolato e protetto lontano dai riflettori per salvaguardarne la crescita. Però oggi non possiamo fare a meno di sottolineare un grande record raggiunto il mese scorso, ovvero 160 milioni di visualizzazioni su YouTube.

"Youtube è una realtà dinamica e avvincente e siamo orgogliosi di aver portato Tom's a giocare una parte da protagonista nel mondo dei multi-channel network", spiega Roberto Buonanno, country manager di Tom's Hardware Italia.

cicciogamer
Cicciogamer89 al Romics 2015

"Abbiamo anticipato i tempi e puntato sulla piattaforma e sul modello del network quando nessuno ci credeva. Molti hanno provato a emularci e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Oggi Tom's Hardware Network è il nome di riferimento nel verticale gaming di Youtube e questo permette al gruppo Tom's Hardware di offrire un portafoglio di servizi per i clienti unico e di altissimo valore".

In qualità di multi-channel network di fatto consente agli youtuber(s) emergenti e quelli di successo di migliorare la propria visibilità, ottenere consigli professionali e soprattutto monetizzare ulteriormente la propria attività online.

Q2s
Yotobi e QDSS, stand-up comedy in teatro

Già, perché per alcuni sta diventando una vera e propria professione. Come spiegano Andrea Guglielmo, responsabile tecnico, e il nostro cacciatore di talenti Andrea Maldarelli "in passato senza network non potevi monetizzare tranne in rari casi". Oggi tutti possono guadagnare qualche euro con le pubblicità di Google, ma un network "ti mette a disposizione funzionalità più potenti, accedere a campagne remunerative e entrare in contatto con marchi disposti a fare campagne pubblicitarie". Tom's Network nel tempo ha collaborato con Disney, Warner Bros, LG, HP Alienware e altri marchi di successo.

La piattaforma oggi aggrega 251 canali realizzati da circa 200 youtuber. Lo zoccolo duro è concentrato sul gaming e l'intrattenimento, ma non mancano specialisti in area comedy, makeup e musica.

Il gruppo più famoso e di maggiore successo è quello dei Mates, formato da St3pNy, Anima, Vegas e Surreal. Insieme generano circa 60 milioni di view al mese e raccolgono più di 4 milioni di iscritti ai canali. Le altre star più popolari sono Cicciogamer, Yotobi, Quei due sul server e tanti altri che ormai sono proiettati verso il milione di follower. Insomma, giusto per capire, alcuni video raggiungono un audience superiore rispetto agli standard della televisione tradizionale.

"Il recruitment è fondamentale, nel primo trimestre 2016 ci ha permesso di crescere di 20 milioni di visualizzazioni", sottolinea Maldarelli. "Oggi cerchiamo qualità video, audio e soprattutto personaggi. Le prestazioni numeriche non sono secondarie. Guardiamo alla crescita nel breve periodo e il numero di visualizzazioni (almeno 30mila mensili). Il numero di follower è secondario".

Fare lo youtuber è impegnativo, soprattutto se si considera il lavoro di montaggio e post-produzione che richiede ogni registrazione video. La sola pubblicità Google su YouTube ripaga solo con soglie di visualizzazione piuttosto alte: 100mila view al mese rendono qualche centinaio di euro. Per intravedere uno stipendio da 1.000 euro bisogna superare la soglia di 1 milione di view mensili.

Ecco spiegata anche la forza di un network: know how a disposizione per crescere e magari trasformare un hobby in un mestiere per un periodo della propria vita.