Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Trivelle in mare, robot al lavoro per evitare gli incidenti

La norvegese Eelume collaborerà Kongsberg Maritime e Statoil per lo sviluppo e l'impiego di robot marini autonomi capaci di ispezionare e fare interventi di manutenzione sulle piattaforme di estrazione off-shore.

Le piattaforme off-shore che estraggono gas e petrolio, protagoniste indiscusse del dibattitto politico italiano in relazione al recente referendum, potrebbero affidarsi a robot sottomarini autonomi per migliorare la sicurezza. La norvegese Eelume, spin-off della Norwegian University of Science and Technology, ha confermato una collaborazione con Kongsberg Maritime e Statoil per lo sviluppo di cyber-serpenti marini capaci di effettuare ispezioni, piccoli interventi di manutenzione e micro-riparazioni.

eelume
Il robot serpente Eelume

L'obiettivo di questi ultimi 10 anni di studi era quello di realizzare robot capaci di migliorare la sicurezza delle grandi piattaforme di estrazione, riducendo i costi di intervento. Oggi, anche solo per un'ispezione bisogna attivare una macchina organizzativa non indifferente che prevede l'impiego di grandi navi attrezzate.

Un gruppo di robot in azione sui fondali marini potrebbe invece lavorare indisturbato con routine programmate e volendo interventi mirati. Si parla di ispezioni visive, pulizia, regolazione di valvole, etc. Il corpo del robot è flessibile e il suo movimento fluido. Ovviamente potrà essere dotato di sensori di diverso tipo, ma quel che conta è che è realmente autonomo in molte operazioni.

"Questa collaborazione offre la possibilità di portare una tecnologia radicale sul mercato, non solo ciò che il robot Elume può fare, ma come lo fa", ha dichiarato Bjørn Jalving, Executive Vice President Subsea Division di Kongsberg Maritime. "Si tratta di un nuovo strumento che consentirà agli operatori di ottenere una forte riduzione dei costi introducendo nuovi modi di effetturare attività di routine e aiutare a prevenire blocchi non programmati reagendo istantaneamente quando è richiesto".

La tempistica di implementazione non è stata ancora comunicata, ma secondo gli sviluppatori il robot è maturo per essere impiegato sui fondali.