e-Gov

TV OLED flop perché costa produrle e la domanda è bassa

Le TV OLED saranno ricordate come il flop del 2014. Secondo l'ultima indagine di NPD DisplaySearch le previsioni di fatturato del settore OLED dovranno essere corrette al ribasso: da circa 1 miliardo di dollari a 795 milioni di dollari.

È davvero un brutto colpo per l'industria ma d'altronde la produzione è ancora troppo cara rispetto agli LCD e gli ordini sono bassi. I prezzi di listino poi rimarranno inavvicinabili a lungo perché i margini sui materiali OLED sono troppo risicati.

OLED TV

"L'industria OLED e i relativi investitori sono giustamente preoccupati per ciò che dovrà affrontare a breve il mercato dei componenti", ha dichiarato Jimmy Kim, senior analyst di NPD DisplaySearch. Anche sul fronte smartphone c'è poco da esultare, dato che di fatto i pannelli AMOLED sono montati da poche aziende.

L'unica nota positiva riguarda LG Electronics che grazie alle nuove TV OLED curve dovrebbe riuscire a superare nelle quote di mercato l'avversaria Samsung. NPD DisplaySearch stima un volume di vendite di 6 milioni di unità entro il 2017 – il 2014 si chiuderà nella migliore delle ipotesi con 800mila unità.

Inoltre dovrebbe affermarsi la tecnologia OLED WRGB (white, red, green, blue) rispetto a quella RGB (red, green, blue), secondo UBI Research. La prima di LG è più conveniente e vanta più pixel, mentre la seconda di Samsung ha una cromia più naturale.

Samsung al momento pare più concentrata sulle tecnologie UHD, mentre per le OLED TV curve se ne parlerà per il prossimo anno. Sony e Panasonic hanno interrotto l'anno scorso lo sviluppo OLED.

@dariodelia74