e-Gov

U.S. Navy presenta il primo cannone elettromagnetico

U.S. Navy ha avviato i test definitivi del nuovo EM Railgun, il primo cannone elettromagnetico che non usa gas propellenti per sparare proiettili ma pura forza energetica. La ricerca scientifica è finita e il cyber cannone è pronto a sparare. Proprio in questi giorni EM Railgun sarà messo alla prova nei test balistici. La notizia è ufficiale e la Marina americana ha declassificato immagini e video che mostrano il lanciatore in azione.

EM Railgun

Il cannone elettromagnetico, prodotto da BAE Systems, non ha bisogno di polvere da sparo e sostanze chimiche. L’energia elettrica ad alta intensità scorre su due binari paralleli ed è in grado di generare forza elettromagnetica tale da sparare proiettili a velocità finora inimmaginabile, tra i settemila e i novemila chilometri orari, fino a 185 chilometri di distanza. Il potenziale distruttivo dell’arma dipende ovviamente dalla massa dell’ogiva.

Il cannone ha una capacità di 32 megajoule (MJ). Il joule è l’unità di misura dell’energia, del lavoro e del calore. Un megajoule corrisponde a una vettura che pesa una tonnellata che corre a 160 chilometri all’ora. Quando i dispositivi di raffreddamento di EM Railgun saranno a punto, il cannone potrà sparare anche dieci colpi al minuto.

Per quanto riguarda i proiettili si parla per ora dell’utilizzo di versioni senza esplosivo. L’obiettivo è sfruttare semplicemente l’energia cinetica sviluppata che è a dir poco incredibile considerando la velocità Mach 10 raggiunta a livello del mare. Per di più il ritmo dei colpi così veloce lascerebbe agli avversari minimi margini di manovra.

ringraziamo Pino Bruno per la collaborazione