Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Un salto nei buchi neri, dove il tempo si ferma

"Dove il tempo si ferma" è un libro accessibile a tutti che spiega le teorie sui buchi neri. Tratto da due lezioni della serie delle "Reith Lectures" tenute da Hawking per la BBC, è un saggio divertente e istruttivo per chi non sa nulla di Fisica o quasi.

I buchi neri sono fra gli argomenti più amati dai lettori della sezione Scienza di Tom's Hardware. Sono oggetti cosmici misteriosi e per questo attirano l'attenzione, suscitano interrogativi, fino a portare il fisico di fama mondiale Neil DeGrasse Tyson ad affermare che il primo modo più interessante di morire sarebbe cadere in un buco nero!

817czKMy77L

Il fatto è che i buchi neri al momento non sono osservabili direttamente, quindi gli scienziati possono teorizzare che cosa ci sia "oltre il limite", ossia oltre l'orizzonte degli eventi. Fra i maggiori teorici contemporanei è senza dubbio in prima linea Stephen Hawking: sua la teoria della radiazione di Hawking (per la precisione di Bekenstein-Hawking), sue molte idee rivoluzionarie, come quella secondo cui i buchi neri hanno i "peli", ossia potrebbe esserci un modo per recuperare informazioni sugli oggetti che li hanno creati.

Se questi argomenti vi interessano, uno dei libri più completi e accessibili in circolazione al riguardo è "Dove il tempo si ferma. La nuova teoria sui buchi neri", scritto proprio da Hawking ed edito da Rizzoli a ottobre 2016. Lo consiglio perché è un saggio sintetico (meno di 100 pagine) che non si perde nelle spiegazioni scientifiche, ma che fa esattamente quello che ci si aspetta: descrive passo passo le scoperte sui buchi neri avvenute dagli anni '70 ad oggi.

È un libro nazional popolare, nel senso che chiunque abbia poche nozioni di Fisica e sia curioso di sapere di più sui buchi neri può leggere con soddisfazione. Ovviamente non sarebbe dello stesso avviso un esperto, che può permettersi di leggere testi un po' più complessi, come per esempio l'ottimo "Buchi neri e salti temporali" di Kip Thorne.

Stephen Hawking
Stephen Hawking

Per farvi capire l'accessibilità e il livello del saggio, basti dire che si compone della trascrizione di due lezioni della serie delle "Reith Lectures" tenute da Hawking per la BBC.

Le pagine sono impregnate del carattere di Hawking e della sua invidiabile capacità di usare un linguaggio semplice e ricco di battute e aneddoti per fare divulgazione scientifica: è proprio il caso di dire che con questo libro si può imparare divertendosi. Una nota è d'obbligo sulle vignette d'epoca che aprono i capitoli e che aiutano a visualizzare concetti astratti, oltre a illustrare l'evoluzione delle teorie nel corso del tempo.

Depositphotos 7462442 l 2015 © sdecoret
Foto: © sdecoret / Depositphotos

Un ottimo inizio per chi è alle prime armi con questo argomento, e sicuramente uno stimolo ad approfondire la conoscenza dei buchi neri per chi vorrà passare a letture più impegnative per assaporare maggiori dettagli.


Tom's Consiglia

Vi sconsigliamo di buttarvi in un buco nero, ma se vi venisse voglia di fare altre attività estreme documentatele con una videocamera GoPro HERO5.