Tom's Hardware Italia
Sicurezza

Un sito per salvare gli scolari italiani da bulli e pedofili

Il Safer Internet Center Italia annuncia un'iniziativa per aiutare i più piccoli ad affrontare i pericoli della Rete.

Bambini e ragazzi hanno accesso a Internet, ma non è detto che siano in grado di usare la Rete con consapevolezza, evitandone i rischi e le trappole. Il problema è molto sentito tanto dagli insegnanti quanto dai genitori – che non sempre si sentono capaci di aiutare i loro figli a sviluppare le giuste competenze.

Si tratta di una questione tremendamente complessa che non si risolve certo in quattro e quattr'otto, e ogni piccolo contributo può essere significativo. Ed è così che vediamo "Tutti a Scuola 2014", un'iniziativa del Safer Internet Center Italia (SIC) mirata proprio ai più piccoli. I temi che questa iniziativa cerca di affrontare riguardano al sicurezza online nelle sue diverse sfumature, dalla protezione dei dati personali al rischio d'incontrare pedofili sotto mentite spoglie, per arrivare fino al sempre più comune cyberbullismo.

Tutti a Scuola 2014 mette a disposizione di insegnanti, genitori e bambini un kit di risorse didattiche e informative, arricchite da una serie TV che proposta sul sito mtv.it, di cui potete vedere il trailer in questa pagina. Il materiale si trova sul sito di Generazioni Connesse, creato appositamente dal SIC.

La web serie s'intitola "Se Mi Posti ti Cancello" e sarà pubblicata in cinque puntate a partire dal 29 settembre al 27 ottobre – dopodiché resterà accessibile on demand. "La web serie", recita il comunicato stampa, "prende ispirazione dagli oltre 300 video (YouTube) inviati dai ragazzi tra gli 11 e 16 anni di tutta Italia che hanno partecipato alla campagna. […] Le puntate si focalizzano sul tema della sicurezza in Rete e in particolare su cyberbullismo, sexting, esposizione ai media, sessualità online e digital divide".

Gli altri materiali includono 3 ebook interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con i consigli e giochi per navigare sicuri online. Sul sito ci sono anche "la helpline e la hotline attraverso le quali è possibile ricevere aiuto in situazioni di disagio o pericolo e segnalare la presenza di contenuti pedopornografici e altri illegali/dannosi diffusi attraverso la rete".

Un'iniziativa più che lodevole che affronta un problema molto rilevante che in molti casi non è preso con la giusta serietà. "Tutti a Scuola 2014" non risolverà le cose, ma ogni piccolo aiuto è il benvenuto. L'iniziativa Generazioni Connesse vede la partecipazione del MIUR e Safer Internet Center Italia