Criptovalute

USA, alcuni politici del Partito Democratico si sono rivolti agli NFT per raccogliere fondi

Un nuovo gruppo sostenuto dai democratici, Front Row, sta pianificando il lancio di un mercato politico NFT. La piattaforma sarà utilizzata esclusivamente per le campagne e le cause del Partito Democratico. Attraverso questo nuovo mercato NFT a tema politico, una campagna politica crea un NFT, stabilisce i token necessari, quindi stabilisce il prezzo.

Inoltre, Front Row segue le tradizionali leggi sul finanziamento delle campagne che limitano il prezzo degli NFT e la trasparenza delle transazioni. Ciò comporta un limite di prezzo di 5.800 dollari, che è il contributo massimo per ciclo per i candidati federali. Tuttavia, i comitati di azione politica (PAC) e i comitati di partito hanno linee guida diverse.

Coloro che acquistano NFT attraverso il sito Web Front Row sono considerati donatori, simili ai donatori tradizionali della campagna. Front Row afferma che venderà NFT solo a “individui, organizzazioni o campagne verificate e operanti nello spazio progressista”. Il primo round di NFT della piattaforma in palio proviene dal Partito Democratico del Texas.

Questa piattaforma politica NFT potrebbe essere la prima del suo genere negli Stati Uniti. Tuttavia, un altro politico ha già sfruttato gli oggetti da collezione digitali all’inizio di quest’anno: Scott Jensen ha infatti pubblicato una serie di NFT politici durante la sua corsa come governatore lo scorso agosto. Inoltre, l’organizzazione di notizie americana AP ha venduto un NFT dei risultati delle elezioni presidenziali del 2020 che sono stati registrati sulla blockchain di ethereum.