Streaming e Web Service

VCast per registrare i programmi TV su cloud, via browser

VCast è un videoregistratore basato su tecnologia cloud. Tutto qui. Spesso le piccole rivoluzioni tecnologiche possono essere sintetizzate in poche e semplici parole. "Ti ricordi il tuo vecchio videoregistratore VHS con cui programmavi le registrazioni di tutto quello che c'era in TV?", si legge sul sito ufficiale italiano.

"Ecco, il VideoCloudRecorder (VCR) di Vcast è proprio quello: un'applicazione in cloud che ti consente di registrare i tuoi programmi preferiti quando vanno in onda sui canali del digitale terrestre per poterli guardare con calma quando hai tempo".

Prima di tutto è bene sapere che esiste una versione gratuita, ma in fase di iscrizione online al servizio (basta la mail) si potrà godere di 15 giorni di servizio Premium+.

VCast

Si parlava di "registrazione": il palinsesto comprendere tutti i canali televisivi più famosi in chiaro del digitale terrestre. Quindi Rai, Mediaset, MTV, Cielo, Iris, Boing, DMax, Focus e in futuro TopCrime, Feltrinelli, eccetera. Sono partiti con 26 canali ma a breve diventeranno poco meno di una cinquantina.

Ovviamente funziona tutto via browser PC ed è sufficiente seguire la guida online per scegliere i programmi televisivi da registrare e archiviarli sul proprio spazio Google Drive o Microsoft OneDrive. VCast è ancora in Beta, quindi in fase di affinamento, ma tutto sembra già funzionare adeguatamente.

Palinsesto VCast

Palinsesto VCast

Le proprie registrazioni sono accessibili "al massimo entro qualche ora dall'orario" della messa in onda. "Il formato attualmente è .MP4 e la qualità è normalmente a 576p per i primi 15 giorni degli abbonamenti Free che poi passa a 420. Gli abbonamenti Premium hanno la risoluzione a 576p sempre mentre i Premium+ sono a 720p per i canali in HD e 576p per quelli in SD", spiega la nota.

Tariffe VCAST

Tariffe

"Successivamente sarà possibile scegliere tra alcuni altri formati ed impostare anche una qualità video inferiore per ottimizzare la dimensione dei files".

Dopodiché per la riproduzione basta accedere ai propri servizi di cloud di Google o Microsoft e avviare gli specifici file. La fruizione quindi è possibile via PC, tablet o smartphone. Non manca anche la possibilità di usare il proprio televisore a patto di affidarsi a una chiavetta USB per trasferire la propria registrazione dal PC.

"Infine, se possiedi una SMART TV, una Apple TV, un Media Player o un dispositivo tipo Chromecast, puoi ovviamente visualizzare i tuoi video direttamente sul TV dal PC o dai tuoi dispositivi mobili", si legge nelle FAQ del sito.

Le versioni Free, Premium e Premium+ costano rispettivamente zero (sono presenti solo due banner pubblicitari), 3,99 e 4,99 euro al mese. A pagamento si può disporre di una risoluzione più alta, eventuali registrazioni contemporanee e HD, l'archiviazione in formato MKV, più servizi cloud associabili, eccetera.

Alcune opzioni Vcast

Alcune opzioni Vcast

VCast è un servizio legale? Senza dubbio sì, anche se una piattaforma analoga come CableVision negli Stati Uniti è stata duramente contestata dai 20th Century Fox, Universal Studios e Walt Disney. Nel 2008 però la giustizia federale ha riconosciuto ai "remote storage digital video recorder" pieno rispetto delle leggi.

VCast fa riferimento a una società londinese, ma è figlia dell'esperienza maturata con Faucet VPR – scomparso alla fine degli anni 2000.