Telco

Vodafone impegnata nella formazione per i detenuti

200 detenuti di vari istituti di detenzione potranno acquisire nuove competenze professionali grazie a un progetto di formazione che vede coinvolti Vodafone, Cisco, Confprofessioni, Cooperativa Universo e Ministero di Giustizia. Si tratta di un progetto pilota della durata di 2 anni che si inserisce nel "Programma Cisco Networking Academy". 

zerocalcare
Rebibbia by Zerocalcare

La prima fase prevede la collaborazione degli istituti di Bollate (MI), Opera (MI), La Spezia, Rebibbia (RM), e quelli minorili di Firenze e Nisida (NA). "Successivamente, a seconda dei risultati ottenuti il primo anno, i corsi verranno estesi anche agli istituti di pena di Palermo, Bologna, Castrovillari (CS) e Cagliari, e mantenuti nelle carceri dove sono già attivi", puntualizza la nota Vodafone.

L'obiettivo è quello di incrementare le competenze per agevolare il percorso di reinserimento sociale e professionale. Ecco spiegato anche l'allestimento di aule didattiche con dieci postazioni video per ogni istituto coinvolto.

"Con la donazione di 130 personal computer in 10 carceri, vogliamo dare un contributo concreto alla formazione digitale dei detenuti", ha dichiarato Maria Cristina Ferradini Sustainability manager di Vodafone e Consigliere Delegato di Fondazione Vodafone.  "Questa è un'iniziativa che si inserisce in un più ampio progetto di Vodafone che, dal 2002 ad oggi, ha donato ad enti non profit e istituzioni oltre 2500 dispositivi aziendali ricondizionati tra laptop, tablet e monitor".

La Fondazione Vodafone partecipa al progetto di formazione nelle carceri, sostenendo la retribuzione dei formatori attraverso il programma "100% Insieme" – un progetto che dal 2008 dà la possibilità a clienti e dipendenti di svolgere un'attività lavorativa retribuita presso enti non profit.

Il programma donazione di Vodafone dal 2002 ha consentito di destinare a istituti scolastici, pubbliche amministrazioni e terzo settore oltre 2500 dispositivi aziendali ricondizionati tra laptop, tablet. Numero che aumenta se si considerano i quasi mille tablet donati con il programma di alfabetizzazione digitale promosso dalla Fondazione Vodafone Italia "Insieme a scuola di Internet" che ha coinvolto, in due anni, oltre 200 mila over 55 su tutto il territorio nazionale.