Telco

Vodafone si accorda con Open Fiber ed entra nella partita dei 7.635 comuni dei bandi Infratel

Anche Vodafone, dopo Tiscali e Fastweb, ha siglato con Open Fiber l’estensione della partnership strategica per la diffusione dei servizi ultrabroadband nei 7.635 comuni delle “aree bianche” oggetto dei bandi Infratel. Attualmente Vodafone è partner dell’operatore wholesale nel progetto privato che prevede la copertura di 271 città e 19 milioni di unità immobiliari in tutta Italia.

Adesso però la sfida riguarda anche i migliaia di comuni italiani in digital divide. “Nelle aree bianche, Vodafone sta già partecipando alla sperimentazione commerciale dei servizi sulla rete in fibra di Open Fiber nei primi 4 comuni coinvolti: Anguillara Sabazia (RM), Campagnano di Roma (RM), Fino Mornasco (CO) e San Giovanni La Punta (CT), dalla quale sono emerse indicazioni positive circa l’interesse dei cittadini alla sottoscrizione di servizi ultra broadband”, ricorda nota congiunta.

Dopo questa fase sperimentale Vodafone e Open Fiber valuteranno l’eventuale estensione dell’offerta commerciale in circa 100 Comuni delle aree C e D in tutta Italia. “La rete FTTH che Open Fiber sta realizzando in gran parte del territorio nazionale, interamente in fibra ottica, consente di offrire servizi di connettività con una velocità fino a 1 Gigabit al secondo (Gbps) e il massimo delle performance in termini di affidabilità e latenza”, conclude la nota congiunta.