e-Gov

Wikipedia sconfigge Cesare Previti in Tribunale

Wikimedia Foundation ha vinto la causa per diffamazione intentata da Cesare Previti nel gennaio 2013. Ai tempi il noto avvocato, ex Ministro della Difesa, decise di portare in tribunale la fondazione che gestisce Wikipedia per i contenuti "inaccurati e diffamatori" presenti nel suo profilo enciclopedico online. Sosteneva che si trattasse di "pettegolezzo pseudo giornalistico alimentato dall'opera di soggetti […] assolutamente inattendibili".

Wikimedia Foundation, secondo il noto ex parlamentare, era "responsabile di fronte alla legge italiana per aver fornito un luogo che consente la pubblicazione di contenuti presumibilmente diffamanti", come riporta la nota di Wikimedia.

Cesare Previti

Il 20 giugno scorso il Tribunale Civile di Roma ha espresso parere contrario, sostenendo che Wikimedia Foundation debba essere considerato un hosting provider più che un content provider poiché la responsabilità di ogni contenuto pubblicato ricade sui singoli autori. D'altronde, secondo la Corte, lo stesso Previti avrebbe potuto collaborare alla stesura del suo profilo mettendosi in contatto con Wikipedia Italia.

Il Tribunale ha rilevato anche che la Wikimedia Foundation è esplicita sul fatto che, data la natura aperta e fluida dei progetti, non può garantire l’accuratezza dei contenuti disponibili su Wikipedia.

"I forum aperti e collaborativi come Wikipedia non potrebbero esistere se le organizzazioni che li ospitano fossero legalmente (e spesso finanziariamente) responsabili di ogni presunto errore che trova spazio sulle loro pagine", ha scritto Michelle Paulson, responsabile legale di Wikimedia Foundation.

"La capacità di diffondere, apprendere e condividere liberamente le conoscenze dipende dalla disponibilità di un luogo dove esse possano vivere e crescere. Decisioni come quelle del Tribunale civile di Roma in questo caso aiutano a garantire la sopravvivenza di Wikipedia, ed è per questo motivo che la decisione non è solamente una vittoria per la Wikimedia Foundation, ma anche per tutti coloro che usano i progetti di Wikimedia".

Wikimedia Foundation ha ringraziato poi quello che ha definito un "fenomenale studio legale in Italia", ovvero Hogan Lovells, e in modo particolare Marco Berliri, Massimiliano Masnada, e Marta Staccioli.