Telco

Wind Tre pronta a cedere migliaia di antenne?

Wind Tre starebbe vagliando la possibilità di cedere buona parte delle sue torri radio per ottenere un ritorno economico pari a circa 1 miliardo di dollari. Bloomberg sostiene che CK Hutchison Holdings Ltd. starebbe sondando il terreno valutando più opzioni: dalla vendita completa a quella che prevedrebbe il mantenimento di una quota minoritaria degli asset.

Non vi sono tempistiche certe, anche se l’avvio del processo di vendita potrebbe iniziare entro la fine dell’anno. La questione di fondo è che la holding di Hong Kong si trova nella difficile condizione di riequilibrare i conti e ridurre il debito: pochi mesi fa ha conquistato il 100% di Wind Tre, liquidando l’ex partner russo Veon con 2,45 miliardi di euro, e recentemente l’asta italiana per le frequenze 5G ha richiesto un investimento di 600 milioni di euro. Non meno importante il fatto che il nuovo entrante Iliad sta costringendo il mercato a una battaglia tariffaria al ribasso senza precedenti.

Fra i potenziali acquirenti vi sono non solo fondi di investimento ma anche specialisti del settore come ad esempio la multinazionale spagnola Cellnex. Quest’ultima per altro noleggia già a Iliad le sue 8mila torri dislocate sulla penisola.

Non è chiaro quanto Wind Tre voglia mettere in gioco. Il Sole 24 Ore stima in circa 5mila antenne l’asset da cedere (su 21mila complessive), ma considerate le trattative in evoluzione è difficile essere precisi sui numeri.