e-Gov

Yanis Varoufakis: dalle transazioni di Steam al Ministero greco dell’Economia

Yanis Varoufakis è il nuovo ministro dell'economia greco e anche un ex di Valve, azienda nota per Steam e molti videogiochi. Nominato dal neoeletto premier Alexis Tsipras, infatti, Varoufakis si è occupato a lungo dell'economia interna ai giochi famosi come Counter Strike o Dota 2. Ora si occuperà dell'economia di un paese reale, e visto che parliamo della Grecia non sarà un compito semplice.

Yanis Varoufakis

Yanis Varoufakis

International Business Times spiega che il compito di Varoufakis, presso Valve, è stato gestire gli equilibri degli scambi commerciali interni ai giochi, dove i giocatori possono comprare e scambiarsi oggetti con denaro vero o con la valuta interna al gioco stesso.

Varoufakis è un professore di economia che si è formato in Gran Bretagna e ha insegnato presso l'Università di Atene e quella del Texas. Nel 2012 descrisse il proprio ingresso nella società di Gabe Newell, il cui primo passo fu proprio un messaggio email firmato dal fondatore di Valve.

"Stiamo affrontando diversi problemi con l'aumentare delle nostre economie virtuali e via via che le economie si legano tra loro. T'interesserebbe farci da consulente?", scrisse Newell a Varoufakis.

Il dirigente di Valve voleva qualcuno che lo aiutasse a gestire le valute virtuali, a farle funzionare in modo efficiente. Newell seguiva il blog di Varoufakis da tempo e "invece di eseguire un emulatore di te nella mia testa, ho pensato di vedere se fosse possibile interessare la persona reale a ciò che facciamo".

Varoufakis, completamente alieno al mondo dei videogiochi, trovò curioso e stimolante il fatto che si fossero create valute virtuali con una propria economia all'interno dei giochi, che fosse nato un vero e proprio sistema economico e che si fosse arrivati al punto in cui servissero regole scritte da un vero economista.

Qualche tempo dopo Varoufakis e Newell s'incontrano faccia a faccia. Il professore greco restò affascinato da quel che scoprì a Seattle, dalla possibilità di fare una vera ricerca scientifica in ambito economico e di testare teorie economiche con un approccio senza precedenti.  

Varoufakis, in altre parole, vide in Valve e nelle economie digitali un'occasione senza precedenti di mettere davvero alla prova le discipline economiche, di eseguire test e benchmark impossibili nel mondo reale.

"Le economie digitali di Valve sono un territorio di test meraviglioso per esperimenti significativi. Non solo abbiamo informazioni complete ma, più importante, possiamo modificare i valori fondanti dell'economia, regole e impostazioni, e poi osservare come risponde la comunità, come cambiano i prezzi relativi, come evolvono i nuovi modelli comportamentali. È il paradiso per un economista".

Dota 2

Dota 2

Si è venuta così a creare una felice convergenza d'interessi: Valve voleva qualcuno che potesse migliorare i sistemi economici dei giochi e far felici gli utenti, mentre Varoufakis voleva un terreno di studio potente e flessibile impossibile da trovare nel mondo reale.

"Studiando l'economia di Valve avremmo l'opportunità di rendere i suoi clienti più soddisfatti, e allo stesso tempo di migliorare la mia comprensione riguardo i fattori che rendono tanto complessa l'economia reale".

"La mia intenzione in Valve, al di là di fare un sacco di data mining, sperimentazione e calibrazione dei servizi offerti ai clienti, è di andare un passo oltre: forgiare narrazioni e conoscenze empiriche che (a) trascendano il confine che separa il reale dalle economie digitali e (b) unisca gli insegnamenti delle politiche economiche dei giocatori a quelli tratti dallo studio della struttura interna di Valve".  

Leggendo il blog Valve Economics e quello personale di Varoufakis (entrambi in inglese) gli esperti di economia possono apprezzare come si è evoluto recentemente il pensiero di quest'uomo, e ci si può fare un'idea generale della direzione che potrebbe tentare di dare alla Grecisa.

Yanis Varoufakis sarà avvantaggiato da questa esperienza di economia virtuale nella guida al ministero greco?