Streaming e Web Service

YouTube, 170 milioni di dollari di multa per la violazione della privacy dei minori

La Federal Trade Commission ieri ha stabilito una sanzione di 170 milioni di dollari nei confronti di YouTube in relazione alla consapevole e illegale raccolta di informazioni personali degli utenti minorenni a scopo pubblicitario. L’accordo siglato con Google, come riporta New York Times,  prevede anche una serie di modifiche alla policy riguardante la privacy. Però questo non è bastato a placare gli animi dei più attenti osservatori, come ad esempio il senatore Edward J. Markey: la cifra è stata definita irrisoria e le misure di correzione inadeguate.

Come anticipato sempre dal quotidiano newyorchese lunedì, FTC e procura generale di New York stavano vagliando la possibilità di una sanzione compresa tra 150 e 200 milioni di dollari. Alla fine è stato trovato un compromesso a 170 milioni (136 per la commissione e 34 per lo Stato di NY), considerata la violazione del Children’s Online Protection Protection Act (COPPA). YouTube è stata ritenuta colpevole di tracciare il comportamento dei minori sulla piattaforma video senza richiedere il consenso ai genitori. Questi dati hanno permesso non solo la profilazione ma anche di orientare meglio gli annunci.

YouTube si è impegnata a creare un sistema che chieda ai proprietari dei canali di identificare i contenuti video per bambini che pubblicano in modo che in questi non compaiano campagne. Inoltre la piattaforma dovrà anche ottenere il consenso dei genitori prima di raccogliere o condividere dettagli personali come il nome o le foto di un bambino.

Susan Wojcicki, amministratore delegato di YouTube, ha dichiarato mercoledì in un post sul blog ufficiale che “niente è più importante della protezione dei bambini e della loro privacy”.