Streaming e Web Service

YouTube a pagamento senza pubblicità: sborseremo 10 dollari al mese?

YouTube attiverà il suo servizio video a pagamento entro la fine dell'anno. Dovrebbe costare 10 dollari al mese, consentire la fruizione di contenuti privi di pubblicità, abilitare il downloading e la riproduzione offline (anche su smartphone). Nella lettera spedita ai fornitori di contenuti si capisce che l'infrastruttura consentirà l'abilitazione di contenuti premium a pagamento. Insomma, domani uno youtuber potrebbe anche decidere di far pagare alcune sue clip.

youtube
Youtube

Si parla anche di abbonamenti più economici per la musica e i contenuti per bambini. La Beta su invito circolata lo scorso autunno (YouTube Music Key) indicava una cifra ipotetica di 7,99 dollari al mese.

Oggi il modello di business è consolidato: Google tiene per sé circa il 45% dei ricavi pubblicitari generati dai canali video. Con gli abbonamenti i partner dovrebbero ricevere circa il 55% del totale.

YouTube di fatto vuole accendere la competizione con Netflix, Hulu e il nuovo servizio online di HBO. Secondo le stime di Sandvine Corp nel secondo semestre 2014 la piattaforma ha registrato nelle ore di picco dello streaming il 14% di share, contro il 19% dell'anno precedente. A dimostrazione che i servizi streaming concorrenti stanno crescendo.

"Ogni cosa che fanno per migliorare le opzioni di monetizzazione è ottima per i creatori di contenuti", ha commentato Keith Richman, presidente di Defy Media, online video producer. "Credo nella loro capacità di creare un prodotto ad abbonamento. La loro posizione di mercato è così forte che sarà dura per me credere che possano fallire".