Home Cinema

Zune non supporta i WMA protetti!

La notizia ha dell'incredibile, ma a quanto parte il nuovo portable player Microsoft Zune non supporterà i WMA e WMV protetti. Non lo dice solo la sheet tecnica di presentazione, ma anche lo stesso Bryan Lee, Corporate VP/CFO, dell'Entertainment and Devices Division di Microsoft. In che cosa si traduce esattamente questa decisione? Nell'impossibilità di riprodurre i contenuti multimediali acquistati o noleggiati su Napster 2.0, Rhapsody, Yahoo! Unlimited, URGE, Movielink, Cinemanow e le altre piattaforme online che si affidano a sistemi di protezione Microsoft. Senza dimenticare il tanto reclamizzato Play For Sure e tutti i suoi partner.

Insomma, Zune procederà per una strada tutta sua grazie anche al nuovo Zune Marketplace. Sebbene permangano dei dubbi sulla reale potenzialità di questa strategia sul fronte iPod/iTunes, gli analisti di Gartner sono convinti questa "liberta d'azione" sarà premiata con il 15/18% di share del mercato player.

In qualche modo Microsoft sembra voler rispondere alle esigenze degli sharer e degli utenti più restii agli acquisti online. Nessun laccio e nessuna limitazione per chi converte, crakka e va giù di downloading. Piena libertà e qualche mal di pancia per chi ha già acquistato decine e decine di file protetti, non riproducibili su Zune.