Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
13 minuti

Android 4, tablet e smartphone seguono la stessa strada

Recensione - Android 4.0 Ice Cream Sandwich sotto la lente d'ingrandimento. Cosa è cambiato e migliorato?

Introduzione

Android è giunto alla sua quarta incarnazione. Dalla fine del 2007, data di disponibilità dell'SDK, alla prima versione del settembre 2008, IceCream Sandwich - nome in codice di Android 4.0 - è la nona versione del sistema operativo Google. Eclair, ma soprattutto Froyo (2.2) e Gingerbread (2.3), hanno dominato il settore degli smartphone, mentre Honeycomb, la versione 3.x, è stata l'anima dei Tablet.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

A inizio 2011 abbiamo assistito a una differenziazione delle versioni Android, una per tablet (Honeycomb) e tutte le altre per smartphone. Alcuni tablet, tra cui il primo Samsung Galaxy Tab da 7 pollici, si sono ugualmente affidati alla versione Android per smartphone mentre altri hanno continuato a farlo anche dopo l'uscita di Honeycomb, come HTC con il Flyer. Android 2.x non sta poi tanto male sui tablet, ma la terza versione migliora l'interfaccia e il metodo d'interazione.

Nei mesi a seguire l'abbinamento delle varie versioni di Android con schermi di differenti diagonali hanno generato dispositivi di più o meno successo. Android 4.0 vuole mettere un po' d'ordine in questo caotico mondo, e come Honeycomb ha biforcato la strada, IceCream Sandwich riporta a un'unica via, con un OS congiunto per smartphone e tablet.

Se il passaggio alle terza versione di Android ha interessato principalmente un restyle dell'interfaccia, Android 4.0 porta non solo nuova grafica, layout e icone, ma anche diverse funzioni aggiuntive.

L'interfaccia

Diversamente da iOS e Windows Phone, che sono contraddistinti da un'unica interfaccia uguale per tutti i dispositivi, Android è aperto alle personalizzazioni dei produttori. Ad oggi sono pochissimi gli smartphone Android a usare l'interfaccia di base: Samsung installa la UI TouchWiz, HTC la Sense e gli altri produttori personalizzano launcher e icone. Android 4.0 non cambierà questa abitudine, quindi a prima vista i nuovi terminali non saranno molto differenti dalla versione precedente. Nonostante ciò l'interfaccia Android di base, com'è presente sul Galaxy Nexus, mostra già molte novità.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Come HoneyComb ha fatto sparire i pulsanti dai tablet (anche se qualche produttori li ha lasciati), IceCream Sandwich fa sparire i tasti dagli smartphone: al loro posto, un'area sotto lo schermo, è adibita alla visualizzazione di tasti virtuali - indietro, home, applicazioni recenti (gli stessi dei tablet) e una luce di notifica. In questo modo non si guadagna più spazio per lo schermo, ma il design ne beneficia, senza eliminare la possibilità di rendere più ergonomiche alcune applicazioni che potrebbero necessitare di comandi personalizzati - anche se almeno in una prima fase crediamo che ci sia poco spazio di personalizzazione.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

La schermata di blocco è stata rivista, inserendo alcuni elementi mancanti a cui i produttori e le loro interfacce avevano già posto rimedio. Oltre a sbloccare il telefono potete attivare direttamente la fotocamera. Se invece ricevete una chiamata, potrete scegliere se rispondere, rifiutare la chiamata, o rifiutarla e notificare con un SMS, mentre se state ascoltando della musica potrete controllarne  la riproduzione.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Nella parte inferiore della schermata home c'è spazio per quattro applicazioni, più un'icona centrale che porta al menù. Di serie è stata introdotta la possibilità di raggruppare le applicazioni in cartelle, semplicemente trascinando un'icona sull'altra. Anche le applicazioni nella dock sono raggruppabili in cartelle. Nel menù di notifica a tendina è stata aggiunta una scorciatoia al menù delle impostazioni. Ora potrete eliminare una notifica con uno swype orizzontale, oppure cliccare sulla croce per eliminarle tutte.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Cliccando sul pulsante menù si accede a tutte le app installate nel telefono, ma anche ai widget. Qui, nella parte superiore, c'è ora un'icona fissa che porta al Marketplace. Per posizionare un collegamento o un widget su una schermata Home dovrete entrare prima nel menù, tenere il dito premuto su un'icona per meno di un secondo e poi scegliere dove posizionarla. Scorrendo oltre le pagine in cui sono presenti le App, vedrete tutti i widget a disposizione, che posizionerete allo stesso modo di una scorciatoia.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

I widget sono ora ridimensionabili (se il widget lo permette). Una volta posizionato potrete trascinarne il bordo per adattarlo alla dimensione che più v'aggrada.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!