Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
7 minuti

Ansys: la simulazione fulcro dell’industria 4.0

La società, che in Italia cresce a ritmi annui del 20%, ha presentato Ansys 17.0, la nuova release con performance migliorate

Ansys: la simulazione fulcro dell’industria 4.0

Ansys: la simulazione fulcro dell’industria 4.0

Ansys è una società americana quotata al Nasdaq leader nel settore della simulazione. Un suo elemento di differenziarne dalla concorrenza dei grandi gruppi come Siemens e Dassault, sta appunto nella specializzazione e nella ampiezza del suo catalogo. Due plus che richiedono un impegno notevole in termini di Ricerca & Sviluppo: quasi il 20% del fatturato che si aggira intorno al miliardo di dollari. Impegno reso ancora più evidente da due altri dati: su circa 2800 dipendenti quelli che si occupano di R&S sono quasi un migliaio a cui vanno aggiunti 650 ingegneri dedicati al supporto tecnico.

Nel mondo Ansys conta circa 45mila clienti, quelli italiani sono un migliaio, capitanati da Ferrari e Fiat. Ansys è una azienda che cresce mediamente a due digit l'anno, grazie anche a un intenso programma di acquisizioni, finalizzato all'ottimizzazione e completamento della sua piattaforma, molto integrata e costruita a mattoncini o solutori per offrire il massimo della flessibilità ai clienti.

 

Paolo Colombo
Paolo Colombo, Emea Marketing manager di Ansys

 

Secondo Paolo Colombo, Emea Marketing manager di Ansys: "Questo approccio sta dando risultati molto buoni. I mattoncini sono infatti pensati per integrarsi facilmente tra di loro, sono quindi predisposti per future applicazioni che per i clienti rappresenta un enorme vantaggio. Inoltre questo modello di business ci consente di spostare la simulazione il più possibile all'inizio del progetto e grazie alla sua democratizzazione offrire ai reparti di ricerca e di ingegneria delle industrie clienti tangibili e risparmi sui tempi e i costi di realizzazione di nuovi prodotti".

La società a livello mondiale opera con una rete di 110 software partner, 70 hardware partner e oltre 2000 partner di altra natura, oltre a una rete di 115 università che sono sovvenzionate in vari modi in cambio di un supporto a favore della conoscenza delle tecniche di simulazione.

In Italia, come detto, la società conta un migliaio di clienti, dispone di un ufficio a Milano e di un organico di una trentina di addetti, tra cui una dozzina di ingegneri dediti al supporto tecnico. La vendita è gestita direttamente oppure tramite partner tra cui spicca come ruolo rilevante la trentina Enginsoft che copre l'intero territorio nazionale.

"Quello della simulazione - aggiunge Colombo - è un mercato solo in parte di sostituzione e questo ci consente di crescere a ritmi annui di circa il 20%, in futuro anche di più considerando il fenomeno della reintroduzione nel nostro Paese di attività relative all'elettronica in passato dislocate all'estero. La maggiore complessità delle schede sembra infatti suggerire un loro sviluppo in patria".

Ansys: la simulazione fulcro dell'industria 4.0

Ansys è solita annunciare una volta l'anno una release nuova della sua piattaforma. Siamo così arrivati alle 17ma. Rispetto alla precedente offre una maggiore performance (scalabilità su 1000 core), più produttività (spinta automazione dei flussi di lavoro, gestione della simulazione all'interno di un unico ambiente, etc) e più capacità di analisi tra cui il collegamento diretto con il 3D printing.

Vediamo qualcosa più in dettaglio come hanno illustrato Colombo e Andrea Arensi, Technical Services Manager, nel corso di un incontro con la stampa di settore.  Grazie a una più stretta integrazione tra semiconduttori e soluzioni di simulazione elettronica, Ansys 17.0 offre, per esempio, un completo flusso di lavoro di progettazione chip-package-system. Le nuove funzionalità per l'analisi termica automatizzata e l'analisi strutturale integrata offrono una soluzione di simulazione chip-aware e system-aware senza pari, consentendo ai clienti di commercializzare dispositivi ad alta densità di potenza più piccoli e in tempi rapidi.

 

ansys

 

Con l'avvento dell'Internet of Things, sempre più prodotti e ingegneri si affideranno a queste funzionalità. Nella suite di simulazione della dinamica dei fluidi, Ansys mantiene la propria leadership tecnologica con importanti progressi nella modellazione fisica, e introduce innovazioni attraverso tutto il flusso di lavoro e la progettazione dell'ambiente d'uso, per accelerare i tempi fino all'85% senza compromettere la precisione dei risultati. I miglioramenti portati al workflow e al meshing consentono agli utenti meno esperti di diventare rapidamente produttivi, mentre nuovi strumenti e opzioni estendono la portata dell'applicazione per gli utenti più esperti.

Il pre-processing - ovvero la realizzazione di simulazioni -  è migliorato anch'esso di un ordine di grandezza. Utilizzando gli strumenti di modellazione diretta di Ansys 17.0 infatti, gli utenti possono preparare la loro geometria per l'analisi veloce rispetto al tradizionale computer-aided design. I tempi di caricamento e salvataggio di modelli complessi, così come le prestazioni delle normali funzioni di editing geometrico, sono aumentati fino a 100 volte.

Anche il pre-processing dei fluidi nei sistemi complessi risulta notevolmente migliorato. Inoltre, grazie ad Ansys 17.0, il processo di preparazione e meshing dei modelli con centinaia di parti diventa notevolmente più rapido, passando da una durata di giorni a una di ore. La new release offre inoltre una conoscenza più approfondita delle prestazioni del prodotto nel mondo reale, con miglioramenti quali simulazioni più fedeli e un post-processing ottimizzato.

Ad esempio, con i circuiti stampati gli ingegneri possono importare velocemente la geometria ECAD ed eseguire analisi termo-strutturali accoppiate con integrità di potenza e analisi di raffreddamento elettronico, utili a prevedere con precisione stress, deformazione e fatica. Queste funzionalità consentono agli ingegneri di progettare il layout delle schede di circuito e delineare strategie di gestione termica per componenti elettronici più affidabili. Come risultato, board e layout complessi possono essere impostati e risolti in pochi minuti.

La nuova release offre miglioramenti delle prestazioni per tutte le sue linee di prodotto, in particolare per quanto riguarda l'high performance computing. Essa dispone infatti delle più moderne architetture HPC dei solutori, che sfruttano sofisticate tecnologie di processore. Le nuove  soluzioni relative ai fluidi hanno polverizzato il precedente record mondiale di simulazione, scalando a 129.000 core di elaborazione in esecuzione al 90% di efficienza, realizzando un miglioramento di dieci volte nel corso degli ultimi due anni. Anche le prestazioni HPC delle strutture della suite sono notevolmente migliorate e sono ora in grado di scalare fino a 1000 core.

Le simulazioni strutturali che in precedenza venivano eseguite durante la notte, possono ora essere completate in un'ora, consentendo agli ingegneri di esplorare un numero maggiore di variazioni 10x e ottenere la migliore progettazione in tempi rapidissimi.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Reseller?
Iscriviti alla newsletter!