Nvidia Founders Edition, come cambia il dissipatore

Le GeForce RTX 2080 Ti, 2080 e 2070 Founders Edition rappresentano un allontanamento dal progetto di riferimento che è stato introdotto per la prima volta nel 2012 con la GeForce GTX 690. Dopo la 690, abbiamo apprezzato schede come la GTX Titan con ventola centrifugale che soffiava l'aria calda fuori dalle feritoie posteriori, lontano dal PC. Certo, altre persone la pensavano diversamente.

dissipatore
Clicca per ingrandire

Dato che le ventole centrifugali spostano l'aria rapidamente sul radiatore, tendono a essere più rumorose sotto carico rispetto alle soluzioni aperte con diverse ventole assiali. E poiché Nvidia provava a mantenere le proprie schede di riferimento silenziose, spesso veniva accusata di limitare le frequenze GPU Boost massime o persino di frenare le prestazioni inducendo il throttling.

Quei giorni sembrano finiti. Le nuove Founders Edition hanno un progetto che abbandona la ventola centrifugale per due ventole assiali. Queste si trovano sopra un fitto insieme di alette che circondano ciò che Nvidia chiama la camera di vapore più grande mai usata su una scheda video. Una copertura in alluminio ricopre l'intero dissipatore ma lascia la parte alta e quella inferiore aperte. L'aria calda di conseguenza è diretta verso la parte alta e bassa lungo la vostra motherboard.

I giocatori che ripongono molta cura nella costruzione del PC garantendo un sacco di flusso d'aria dovrebbero avere un'esperienza generalmente migliore; le ventole assiali possono dissipare più calore o ridurre le temperature a un determinato livello di rumorosità.

dissipatore 1
Clicca per ingrandire

Un altro potenziale punto di vendita è il migliorato margine di overclock. Parte di questo si deve alla migliore capacità dissipante del sistema di raffreddamento. Nvidia afferma che l'alimentazione delle Founders facilita quasi 60 W di potenza aggiuntiva oltre i 260 W di base. Allo stesso tempo l'efficienza è ottimizzata usando un'alimentazione a 8 fasi per attivare e spegnere dinamicamente le fasi in base al carico.

Pagina precedente

Overclock, arriva Nvidia Scanner

Le schede Founders Edition sono già overcloccate oltre la specifica di riferimento fissata da Nvidia, ma non sono "tirate al massimo".

Affinché Nvidia definisca una frequenza base e una tipica di GPU Boost, tutti i sample devono almeno essere in grado di lavorare alle stesse frequenze. Ogni GeForce RTX può però toccare un limite differente prima di mostrare instabilità. Quel limite può cambiare anche in base al carico di lavoro.

evga precision x1
Clicca per ingrandire

Con le nuove GPU, Nvidia ha deciso di rendere obsoleto il classico sistema di overclock, fatto di continui tentativi e cambiamenti di parametri in modo manuale, con un pacchetto di API/DLL chiamato Nvidia Scanner che i partner come EVGA e MSI possono integrare nei propri software. Questo pacchetto si affida alla profonda conoscenza di Nvidia delle proprie GPU per spingere il vostro overclock più in alto possibile.

Anziché andare per tentativi manuali, testando una parte della curva frequenza/tensione alla volta e regolando in base alla stabilità con vari carichi, in futuro basterà la pressione di un semplice tasto per avviare Nvidia Scanner e svolgere una routine aritmetica che valuterà la stabilità della scheda a diverse impostazioni di frequenza.

Non appena chiamata in causa la funzione inizia scandagliare l'intera curva di frequenza/tensione. Se l'overclock è troppo spinto, la funzione di solito incappa in errori matematici prima di andare in crash. Quando ciò avviene Scanner aumenta la tensione della scheda e inizia di nuovo il test.

evga precision x1 1
Clicca per ingrandire

Una volta che Scanner raggiunge la massima tensione e di conseguenza scatena l'ultimo crash, viene calcolata una nuova curva frequenza / tensione in base ai risultati noti. Dall'inizio alla fine, il processo richiede meno di 20 minuti.

In una dimostrazione con Precision X1, Tom Peterson di Nvidia ha mostrato Scanner spingere una GeForce RTX 2080 fino a 2130 MHz con una tensione di 1,068mV. Secondo Peterson le nuove RTX si overcloccano meglio della serie 10 e Scanner può dare una mano decisiva su questo fronte.

Nvidia Scanner non sarà limitato ai possessori di schede GeForce RTX. L'azienda dice che caratterizzerà anche le schede più vecchie (anche se non ha specificato quanto sarà esteso il supporto). Ovviamente gli smanettoni potranno continuare a svolgere l'overclock in modo manuale.

Ray tracing e AI, scommessa per il futuro

Per queste nuove schede, Nvidia avrebbe potuto semplicemente raddoppiare le funzionalità che rendono Turing più veloce dell'architettura Pascal nei giochi attuali, mettendo tutti d'accordo. L'azienda ha però intravisto l'opportunità di fare da guida verso l'innovazione e ha deciso di assumersi un rischio (calcolato). D'altronde ha del margine per farlo. Le prestazioni e l'efficienza della serie Vega RX di AMD le consentono di azzardare più di quanto non abbia potuto fare in passato.

nvidia rtx on
Clicca per ingrandire

Destinare transistor nei Tensor e RT core certamente non paga oggi. Non paga domani. Piuttosto, pagherà nei mesi o addirittura anni a venire, quando gli sviluppatori saranno a proprio agio nell'ottimizzare i loro titoli per una combinazione di ray-tracing in tempo reale e rasterizzazione.

nvidia rtx on 2
Clicca per ingrandire

Nvidia ha bisogno che le software house passino tempo a sperimentare con la grafica neurale e l'intelligenza artificiale. Tecnologie come mesh shading e lo shading a velocità variabile non sono attualmente usate da nessuno; richiedono adozione e supporto. Detto questo, l'entusiasmo degli sviluppatori per il ray tracing in tempo reale è unanime.

nvidia rtx on 1
Clicca per ingrandire

I giocatori non spenderanno soldi in base alla promessa di una migliore qualità grafica futuro. Come normale che sia, vogliono una gratificazione immediata sotto forma di frame rate più elevati. Tra pochi giorni potremo parlarvi di prestazioni, consumi e rumorosità. Solo allora potremo dirvi se GeForce RTX 2080 e 2080 Ti valgono il prezzo di listino elevato fissato da Nvidia.

Continua a pagina 15

Pubblicità

AREE TEMATICHE