Arduino Yun sfida Raspberry Pi e ha Linux nell'anima

Si chiama Arduino Yun, ed è il primo di una "nuova linea di prodotti Wi-Fi che combina la potenza di Linux con la facilità d'uso che contraddistingue Arduino". Più concretamente, è un microcomputer basato sulla nota piattaforma di prototipazione, completa di Ethernet, Wi-Fi, USB-A, slot MicroSD, micro USB e 20 pin disponibili. In altre parole abbiamo un concorrente diretto del Raspberry Pi.

"La Yun si distingue dalle altre schede Arduino perché può comunicare con la distribuzione Linux installata (Linino, NdR), e offre così un potente computer connesso con la semplicità di Arduino. Oltre a comandi Linux come cURL si possono scrivere i propri script shell e python", spiega la pagina ufficiale dell'Arduino Yun.

Yun (la parola cinese per "nuvola") usa una piattaforma Arduino Leonardo (Atmega32U4) abbinata a un SoC Atheros AR9331, che gestisce il sistema Linux e le varie porte. Yun in effetti è un sistema completo che offre le stesse potenzialità del Raspberry Pi a chi ha voglia di sperimentare. Difficile prevedere se si tratterà di vera concorrenza, o se la piattaforma britannica riuscirà a mantenere la propria solidissima posizione.

D'altra parte non si tratta solo di somiglianze, ma anche di differenze. Ce n'è una che salta subito all'occhio: il Raspberry Pi è fatto in Gran Bretagna e i produttori vogliono abbandonare la Cina per difendere il lavoro locale e l'ambiente.

Il nuovo Arduino invece lascia l'Italia, dov'è nato, come spiega Charles Gantt. La scheda sarà infatti prodotta a Taiwan perché, spiegano i creatori, servono attrezzature e competenze specifiche che qui non abbiamo. Se non si crea una nuova linea produttiva d'altra parte si risparmia, e forse anche per questo l'Arduino Yun costa solo 52 euro.

Pubblicità

AREE TEMATICHE