Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2

Asus GeForce GTX 650-E perde energia e abbatte i consumi

GTX 650-E è la nuova scheda video di Asus che si presenta a chi vuole un computer che consumi il meno possibile. Disponibile in due versioni, questa soluzione perde il connettore di alimentazione ausiliario e ha un TDP di circa 60 watt.

Asus GeForce GTX 650-E perde energia e abbatte i consumi

Asus ha annunciato la GeForce GTX 650-E, una nuova scheda video che non ha bisogno di alimentazione aggiuntiva. Disponibile dalla metà del mese di febbraio nelle versioni da 1 (GTX650-E-1GD5) e 2 GB (GTX650-E-2GD5) a prezzi IVA inclusa di 120 e 160 euro. Secondo l'azienda taiwanese la GeForce GTX 650-E adotta componenti che riducono la dispersione di energia e allungano la vita dell'hardware.

"La forma delle pale della ventola della Asus GeForce GTX 650-E è stata appositamente studiata per ridurre l'accumulo di polvere e sporcizia all'interno, mentre il sistema di raffreddamento garantisce la dissipazione ottimale del calore per periodi più lunghi. I test compiuti da Asus hanno dimostrato che il design della ventola permette di aumentare la longevità del prodotto anche del 25% rispetto alla scheda di riferimento GeForce GTX 650", afferma l'azienda in un comunicato stampa.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, abbiamo una GPU GK107 con 384 stream processor a 1071 MHz, memoria RAM a 5 GHz (1250 MHz) e bus a 128 bit. La scheda è dotata anche di una DVI-D, una HDMI e VGA. La soluzione di Asus ha quindi una GPU che opera a frequenza maggiore rispetto a una soluzione standard (1058 MHz).

La differenza sta tutta nell'assenza del connettore ausiliario a sei pin, presente invece sulla soluzione di riferimento di Nvidia, e nel TDP di 60 watt anziché 64 watt. Per chi è in cerca di una scheda video a basso consumo per un computer con cui giocare moderatamente, la soluzione di Asus potrebbe essere una buona scelta. Per farvi un'idea delle prestazioni di questa scheda potete leggere questa recensione.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Schede video?
Iscriviti alla newsletter!