Hot topics:
5 minuti

Asus ROG Centurion, lo stato d'arte delle cuffie gaming 7.1

Le cuffie gaming Asus ROG Centurion, grazie a 5 driver per ogni padiglione e all'amplificatore dedicato, offrono un'esperienza di ascolto semplicemente unica.

Asus ROG Centurion, lo stato d'arte delle cuffie gaming 7.1

Asus ROG Centurion

 

 

11 DSC 9326

Scusate, ma fa anche il caffè? Domanda banale ma spontanea quando si scorre la scheda tecnica delle Asus ROG Centurion. Perché non gli manca assolutamente nulla. Basta guardare lo scatolone monumentale con cui viene messa in vendita per intuire che
si tratta di un prodotto decisamente sopra le righe.

Ogni aspetto dell'ascolto in cuffia e in particolare dell'utilizzo gaming è stato preso in considerazione, senza tralasciare neppure l'estetica e la praticità. Ancora prima di arrivare alle conclusioni ammetto che questa è per me senza dubbio la migliore cuffia gaming finora passata sul mio capoccione.

Hardware

Sono sempre rimasto un po' perplesso nei confronti delle cuffie pubblicizzate con sistema 7.1, ma dotate di un unico driver per padiglione. Questo si traduce in una simulazione della provenienza dei suoni, sotto forma di un volume e di un eco più o meno marcati. In soldoni si deve far abitudine a "quel suono", prima di poter effettivamente riconoscere la provenienza del suono in questione.

Il discorso cambia sostanzialmente quando all'interno del padiglione ci sono più driver. Specialmente come nel caso delle cuffie Asus ROG Centurion, che ne ospitano ben cinque. Abbiamo in particolare un driver da 50mm per le basse frequenze, un driver da 40mm per i canali frontali, un driver da 30mm per il canale centrale, e due driver da 20mm per i canali laterali e posteriori.

Grazie alle differenze di posizionamento e di gamma di ogni driver, il palcoscenico sonoro risulta molto più credibile, con un più immediato riconoscimento della provenienza dei suoni. L'inevitabile rovescio della medaglia sono le dimensioni.

11 DSC 9326

La cuffia Asus ROG Centurion è infatti grossa e pesante. Il comfort viene però mantenuto su ottimi livelli grazie a una serie di accorgimenti. Innanzitutto la fascia elastica imbottita in similpelle permette di avere una regolazione perfetta semplicemente appoggiando la cuffia sopra la testa e tirandola in basso fino a coprire le orecchie.

05 DSC 9310

Poi i padiglioni, dotati di snodi verticali e orizzontali, possono essere abbinati a pad sia in similpelle che in tessuto, entrambi in dotazione. Quelli in pelle offrono un maggiore isolamento passivo dai rumori esterni, ma con il caldo sono un po' fastidiosi. Quelli in tessuto sono decisamente preferibili per le sessioni di gaming estivo.

10 DSC 9324

Non rimane deluso neppure chi usa il microfono nel multiplayer: troviamo una capsula microfonica dall'elevata sensibilità, inserita nel classico archetto regolabile e richiudibile quando non utilizzato.

La cuffia è inoltre particolarmente accattivante dal punto di vista estetico. Una livrea nera satinata dove spiccano una placca cromata con intarsi geometrici e il logo Republic Of Gamers, retroilluminato in rosso. La retroilluminazione può essere scelta tra fissa e lampeggiante tramite il controller dedicato Audio station USB.

Beh, chiamarlo controller è un po' riduttivo. Si tratta di una scheda audio vera e propria, che integra un amplificatore capace di pilotare l'esercito dei 10 driver della Asus ROG Centurion. Ma soprattutto tramite quattro pulsanti e due selettori ci consente di cucirci addosso il suono.

03 DSC 9306

Oltre ad alzare e abbassare il volume, possiamo infatti attivare i profili audio specifici per FPS o RPG, così come regolare singolarmente il volume di ogni canale. Sempre tramite il controller possiamo attivare la riduzione attiva dei rumori ambientali ENC.

Completa la dotazione di serie uno stand con il logo ROG dove riporre la cuffia durante le pause di gioco.

Ascolto

Ho inizialmente messo alla prova le Asus ROG Centurion giocando a Assassin's Creed III. Gli scricchiolii delle assi mentre passeggiavo sulla tolda della nave mi hanno subito fatto alzare il sopracciglio. Un realismo davvero impressionante, molto più convincente di quello provato con le sorelle minori Asus ROG Strix.

09 DSC 9322

A questo punto ero pronto a metterle in difficoltà con dei brani musicali, idealmente non proprio ideali alla riproduzione su una cuffia gaming. La Asus ROG Centurion mi ha puntualmente smentito con una resa sonora dettagliata e morbida, priva di fastidiose enfasi sia in gamma bassa che alta. In questo caso ovviamente il 7.1 viene automaticamente disattivato, quindi per ogni padiglione lavorano solo i driver dedicati ai canali centrale, frontali e subwoofer.

E i film? Se vi dico che lascia a bocca aperta con giochi e musica, come potrebbe andare con un bel film di fantascienza? Sempre bocca spalancata, appunto.

Conclusioni

Finora non vi ho parlato di difetti. Ma è arrivato il momento. Il volume di ascolto è capace di farvi sanguinare le orecchie ascoltando in stereo. Invece se attivate il 7.1, anche con la manopola sulla massima posizione, il volume rimane non particolarmente elevato.

Inoltre la già citata riduzione attiva del rumore ambientale, attivabile tramite un microscopico interruttore sotto la base del controller Audio station USB, non risulta efficace: giocando con le finestre aperte i rumori della strada sotto casa restano perfettamente udibili.

02 DSC 9303

Tolti questi due difetti però non si può che apprezzare la Asus ROG Centurion. La si apprezza anche solo guardandola mentre è collocata sul suo stand dedicato. Ma la si apprezza ancora di più quando la si indossa. Comoda e ben suonante. Dannatamente ben suonante.


Tom's Consiglia

Se anche tu vuoi una cuffia "spaziale" preparati, perchè il prezzo da pagare è alto.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Audio?
Iscriviti alla newsletter!