Auto in divieto? Altro che ganasce, ti blocco il parabrezza!

Siete guidatori? Vi sarà capitato di parcheggiare almeno una volta in divieto di sosta. Ammettetelo. Riesco a sentire le vostre scuse. Mi sono fermato per prendere le sigarette, sono andato a prendere mia zia che si è rotta il piede e abita al quinto piano, ho parcheggiato in mezzo al parco perché è comparso un Pokémon raro...

I più sfortunati di voi avranno avuto a che fare con il carro attrezzi, o con le scomode ganasce alle ruote. Ora dagli Stati Uniti arriva una soluzione per dire addio alle anacronistiche ganasce, praticamente immutate dal 1944 ad oggi, e semplificare la vita alle forze dell'ordine e ai trasgressori.

barnacle 2

Ecco a voi Barnacle, un dispositivo che si presenta come un pannello in plastica gialla con una giuntura in mezzo per ripiegarlo in stile libro e due grosse ventose per fissarlo al parabrezza con una pressione di 340 chili. Quanto basta per farvi passare la voglia di provare a rimuoverlo con le vostre colpevoli mani.

L'idea è quella di bloccare la visuale del guidatore, rendendo di fatto inutilizzabile l'automobile. A meno che non si decida di guidare come Jim Carrey in Ace Ventura, una pratica che vi sconsigliamo in quanto pericolosa. E illegale. I "temerari" che si metteranno lo stesso al volante dovranno fare i conti con un sensore GPS e un dissuasore sonoro. Hanno pensato proprio a tutto! 

ace ventura

Per rimuovere Barnacle dal parabrezza basta pagare la multa, chiamare l'operatore telefonico al numero indicato e inserire il codice fornito nel tastierino numerico del dispositivo. In questo modo si rimuoverà la pressione dalle ventose e si potrà ripiegare il dispositivo, per poi consegnarlo nel centro di raccolta indicato entro 24 ore.

I vantaggi rispetto alle ganasce sono innegabili. Barnacle può essere installato facilmente, il proprietario dell'auto può rimuoverlo da solo e la vettura può essere trasportata comunque sul carro attrezzi, nel caso dovesse essercene bisogno.

In futuro ci sarà anche un'applicazione mobile che vi permetterà di pagare la multa con il vostro smartphone, senza bisogno di parlare con un operatore telefonico. Tuttavia, chi dovesse rallegrarsi dell'arrivo di un'app simile dovrebbe rivedere al più presto le proprie strategie di parcheggio. È un consiglio spassionato!

Pubblicità

AREE TEMATICHE