Tom's Hardware Italia
Auto

007 con l’auto elettrica? Perché no se è una Aston Martin

Aston Martin avvierà nel 2019 la produzione di una coupé completamente elettrica, Porsche è pronta a produrre il 50% di auto elettriche entro il 2023.

Ve lo immaginate l'Agente 007 scendere da una Aston Martin elettrica? Probabilmente accadrà in futuro, forse dal 2019, quando arriverà la RapidE coupé completamente elettrica. A distanza di due anni dalla presentazione del concept infatti, la casa automobilistica britannica ha confermato ufficialmente che la RapidE completamente elettrica entrerà in produzione nel 2019.

james bond daniel craig aston  551b20ec29993

Si parla di una produzione limitata di 155 vetture, punta di diamante di una strategia di sviluppo di veicoli a zero emissioni che sta interessando sempre più case automobilistiche. Del resto Aston Martin non è l'unica supercar destinata ad andare a batterie: il numero uno di Porsche Oliver Blume ha detto che da qui al 2023 la metà della produzione delle auto tedesche sarà elettrica.

Ma torniamo ad Aston Martin: la coupé elettrica è frutto della collaborazione con Williams Advanced Engineering, e secondo il Presidente e CEO Andy Palmer "rappresenta un futuro sostenibile in cui i valori di stile e prestazioni propri di Aston Martin non si limiteranno a coesistere a fianco di un nuovo propulsore a zero emissioni, ma si arricchiranno grazie ad esso". Questo non significa tuttavia che l'azienda abbandonerà i motori tradizionali, come ha specificato Palmer: "il motore a combustione interna è stato al centro di Aston Martin per più di un secolo, e continuerà ad esserlo per gli anni a venire. RapidE presenterà la visione, il desiderio e la capacità di Aston Martin di abbracciare con successo un cambiamento radicale, offrendo una nuova generazione di auto che rimane fedele al nostro stile e delizia i nostri clienti".   

Secondo New Atlas il modello di produzione potrebbe essere disponibile sia con trazione posteriore sia con assetto a quattro ruote motrici, con potenze che vanno da 550 a 800 CV (410-597 kW). Attendiamo maggiori dettagli per farci un'idea più precisa.

Intanto sul fronte Porsche si parla della Mission E, il primo veicolo completamente elettrico, anch'esso destinato a entrare in produzione nel 2019. Il volume di produzione atteso è di 60.000 unità all'anno: una quota significativa per la casa automobilistica tedesca, considerando che lo scorso anno ha consegnato a livello globale poco più di 230.000 veicoli, che dovrebbe portare la produzione elettrica a raggiungere il 50% del totale entro il 2023.

porsche mission e 2

Il design è quello che vedete nelle immagini di questa pagina, mentre sull'aspetto tecnico si parla di un'autonomia di oltre 500 chilometri con singola carica della batteria, e di un sistema di ricarica in grado di caricare fino all'80% della batteria in circa 15 minuti. L'accelerazione da 0 a 100 Km/h dovrebbe richiedere 3,5 secondi. Al momento ovviamente non si parla di prezzi, ma in questa fascia di prodotto le cifre sul listino sono secondarie rispetto allo stile e al marchio.

La domanda quindi è: potendovi permettere una Aston Martin o una Porsche puntereste sull'elettrico?


Tom's Consiglia

Se avete una passione per le Aston Martin ma non potete permettervene una potete optare per lil modellino radiocomandato  Aston Martin DB 10 di James Bond (Daniel Craig non è incluso!)