Trasporti

ACI multata, rincarava i bolli pagati con carta di credito

L'Autorità Garante della Concorrenza ha sanzionato pesantemente l'Automobil Club d'Italia con una multa da 3 milioni di euro per aver effettuato dei rincari sui costi del pagamento del bollo auto tramite carta di credito, che peraltro andava già ad aggiungersi a un ulteriore costo di 1,87 euro per la remunerazione del "costo del servizio di riscossione del bollo". Com'è noto invece il Codice del Consumo vieta espressamente di imporre spese aggiuntive ai consumatori che usano gli strumenti di pagamento elettronici.

credit cards

Questo però non è l'unico motivo per cui L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha messo nel mirino l'ACI e la sua controllata ACI Informatica. Leggendo il provvedimento infatti emergono anche accuse di ingannevolezza per alcuni messaggi presenti sul sito ufficiale: "in una pagina cui si accede dalla home page attraverso il link Bollo Auto, è presente l'affermazione 'I soci ACI non pagano le commissioni!' e, subito dopo, viene spiegato 'Puoi pagare online in Area Soci fino a 3 bolli/anno associativo senza commissioni bancarie per l'utilizzo della carta di credito!'.  Da tale schermata, cliccando sul link Paga il bollo posto all'interno della sezione dedicata al bollo auto, si apre un'altra pagina in cui, invece, è indicato che i consumatori – evidentemente non soci – possono effettuare il pagamento online del bollo 'con un costo aggiuntivo dell'1,2% sul dovuto".

In realtà l'ACI, già prima che l'istruttoria fosse chiusa, aveva ridotto il sovrapprezzo a 75 centesimi, ma l'Antitrust non ha giudicato soddisfacente il provvedimento, in quanto il problema è causato dall'applicazione stessa di un sovrapprezzo, a prescindere dalla sua entità.