Tom's Hardware Italia
Auto

Acquisti online o in negozio e consegnano nella tua Volvo

Volvo apre la strada alla consegna nel baule. Grazie alla collaborazione con la startup urb-it i fattorini hanno una chiave elettronica monouso. A due ore dall'acquisto si riceve la merce.

A Stoccolma, esattamente a partire dal prossimo Black Friday di novembre, i possessori di veicoli Volvo potranno farsi recapitare ogni consegna direttamente nel baule. Il colosso svedese aveva annunciato il progetto durante il Mobile World Congress 2014, ma adesso il servizio sta per diventare realtà. Anche Amazon in verità ha già testato qualcosa in tal senso l'anno scorso con Audi e DHL in Germania.

volvo hero 1 HR
Consegna nel baule Volvo

Si chiama "roam delivery" (consegna itinerante) e in Svezia è possibile grazie alla collaborazione della startup urb-it e la tecnologia Volvo On Call. In pratica ogni acquisto effettuato presso una serie di negozi partner dell'iniziativa consente tramite fattorini di ricevere ogni pacco direttamente nel baule della propria auto. Ovviamente non c'è bisogno di consegnare le proprie chiavi.

volvo in car delivery 3 13 HR

"Avendo accettato la consegna, il cliente può utilizzare una chiave digitale per verificare quando la vettura viene aperta e quindi chiusa di nuovo. Una volta che la consegna o il ritiro sono completati, la chiave digitale cessa di esistere", spiegava ai tempi Volvo.

"Il sistema è basato sulla funzionalità del Volvo On Call, che tra le altre cose rende possibile riscaldare o climatizzare l’auto da posizione remota o controllare il livello del carburante sempre attraverso il telefonino".

L'azienda promette consegne in due ore dall'acquisto; ogni ritardo renderà il servizio gratuito. La startup svedese urb-it se ne occuperà impiegando studenti e lavoratori part-time che si affideranno alla geolocalizzazione via smartphone per ritirare e consegnare. Il tutto sarà monitorato in tempo reale: i clienti sapranno esattamente chi sta curando la propria consegna e le tempistiche.

Già confermato per novembre il coinvolgimento di una catena della grande distribuzione e un supermercato online. Da novembre fino alla fine dell'anno la fase sperimentale riguarderà però solo Stoccolma. Dopodiché il servizio verrà esteso ad altre città, in parallelo con l'espansione di urb-it nel resto d'Europa – più di 200 città entro il 2015. Da rilevare che la startup è una specialista in consegne on-demand in ogni luogo: ciò che conta è la localizzazione del destinatario.