Auto

Arrivano gli shuttle a guida autonoma: 10 passeggeri in mano all’IA

La guida autonoma si fa sempre più strada e con Auto-Shuttle, di Aurrigo, vedremo per la prima volta shuttle elettrici “sfrecciare” tra le strade di Cambridge. Le virgolette sono d’obbligo poiché queste vetture adottano un propulsore elettrico da 30 Cv e possono viaggiare a una velocità massima di 50 km/h con un’autonomia di circa 200 chilometri.

Rispetto agli shuttle a cui siamo ben abituati, Auto-Shuttle vanta un design ricercato con linee nette e angoli vivi. Mentre sul frontale campeggia un ampio parabrezza, su entrambi i fianchi dominano ampie vetrate. Al fine di garantire una scarsa resistenza aerodinamica e un’autonomia elevata, le ruote sono coperte e ben nascoste. Auto-Shuttle misura 5,8 metri per una larghezza di 2,28 metri: praticamente come una Rolls-Royce Boat Tail.

Le navette, svelate per la prima volta nella giornata di ieri, hanno compiuto senza alcuna imprecisione un percorso intorno al vicino West Campus dell’Università di Cambridge, in un tracciato di circa due miglia. Quando il servizio sarà ufficialmente attivo, gli shuttle di Aurrigo guideranno autonomamente su strade circondate da traffico di vario genere, come auto, camion, furgoni, biciclette e pedoni. I passeggeri potranno poi in un secondo momento utilizzare un’app per effettuare le prenotazioni e salire a bordo del veicolo sfruttando le fermate prestabilite.

Il CEO di Aurrigo, David Keene, ha dichiarato che l’Auto-Shuttle rappresenta un’altra importante pietra miliare nel viaggio verso la realizzazione di veicoli autonomi. All’interno, l’Auto-Shuttle dispone di posti a sedere per un massimo di 10 persone, oltre a uno spazio per gli utenti su sedia a rotelle, che possono accedere alla navetta tramite una rampa automatica. Nessuna informazione sulla configurazione di sensori ideata dal produttore inglese, solo durante le prossime settimane saremo in grado di fornirvi maggiori dettagli.

Aurrigo non è di certo nuova a iniziative di questo tipo; in passato la società ha realizzato Auto-Pod e Auto-Dolly, due sistemi autonomi di trasporto dedicati alla mobilità personale e al settore dell’aviazione. Mentre Auto-Pod permette l’accesso ad un massimo di 4 passeggeri, Auto-Dolly è studiato per spostare merci e bagagli.