Auto

Auto elettrica, in futuro la batteria sarà l’intera carrozzeria

Presso l’Università di Chalmers, in Svezia, alcuni ricercatori hanno prodotto uno studio sulla possibilità di utilizzare la fibra di carbonio per realizzare la carrozzeria delle auto elettriche del futuro, funzionando al tempo stesso da elettrodo negativo. Insomma oltre ai compiti strutturali la carrozzeria in carbonio diverrebbe anche l’anodo, svolgendo così la funzione di storage dell’energia.

In questo modo sarebbe possibile incrementare fortemente l’autonomia delle auto elettriche, immagazzinando molta più energia di quanto sia possibile fare attualmente con le batterie al litio. Come sappiamo infatti uno dei fattori che rallenta l’adozione delle auto elettriche è la paura di molti automobilisti abituati alle auto alimentate con carburanti fossili di non poter contare su un’ampia autonomia.

Ovviamente le fibre di carbonio andrebbero opportunamente orientate in modo da ottenere sia un’adeguata resistenza meccanica che le caratteristiche elettrochimiche necessarie a svolgere la funzione di anodo. Utilizzare la carrozzeria come un gigantesco accumulatore in realtà non è un’idea nuova: di recente ad esempio ci ha pensato anche Lamborghini per il suo concept di automobile sportiva all-electric Terzo Millennio. La soluzione immaginata dalla casa di Sant’Agata Bolognese è un po’ diversa perché si parla dell’uso di nanotubi in carbonio ma l’idea di fondo è identica.

Il problema di una soluzione di questo tipo, basata cioè sull’utilizzo della fibra di carbonio, risiede però nei costi, che sarebbero troppo elevati per auto di serie. Non a caso appunto una soluzione simile è stata ipotizzata per una sportiva estrema dove il prezzo non è un problema ma contano solo le prestazioni. Più difficile invece immaginare un’utilitaria che voglia ancora essere relativamente economica offrire una carrozzeria interamente realizzata in fibra di carbonio. Forse però l’economia di scala e la parsimonia nell’utilizzo del carbonio, ad esempio per realizzare esclusivamente le portiere oppure il tetto o gli sportelli di cofano e bagagliaio potrebbero aiutare a contenere i costi.