Ibride e Elettriche

Auto elettriche, gli USA propongono limiti per una maggiore durata delle batterie

La diffusione delle nuove auto elettriche è ormai in continua crescita ma, oltre al costo elevato, tra i dubbi che più attanagliano i consumatori rientra quello relativo alla durata delle batterie. Sono tante oggi le tecnologie che le società si stanno apprestando a sviluppare per far sì che le vetture green offrano un’adeguata efficienza, ma il potenziale decadimento delle prestazioni delle batterie rappresenta ancora una fonte di incertezza per gli utenti che vorrebbero entrare nel settore delle auto zero emissioni. Sembrerebbe però che la California stia pensando di porre fine a questo tema piuttosto discusso, introducendo uno standard relativo alla durata minima delle batterie per auto elettriche indispensabile anche per minimizzare l’impatto dei veicoli con batterie al litio.

Il California Air Resources Board vuole infatti intervenire con un provvedimento ad hoc che si inserisce nell’ampio piano Advanded Clean Car II, ponendo tra gli obiettivi quello di favorire la diffusione delle auto elettriche usate, in modo tale che entro il 2035 le vetture a zero emissioni arrivino a rappresentare l’80% del totale delle vendite della California.

La legge, attualmente in discussione, se entrerà in vigore sarà applicata alle auto prodotte a partire dal 2026 ed imporrà che ogni vettura elettrica in commercio abbia una batteria con una soglia di efficienza dell’80% per almeno 15 anni o 150.000 miglia. Non a caso, la norma sarà destinata anche ai veicoli a idrogeno e richiederà che le fuel cell mantengano almeno il 90% delle prestazioni dopo 4.000 ore di funzionamento.

La California ha interesse a garantire che i veicoli elettrici siano efficienti per un periodo di tempo prolungato e che i consumatori, di conseguenza, non vedano l’affidabilità e il decadimento delle prestazioni come un ostacolo al passaggio da un’auto a benzina a una elettrica. Inoltre, produrre un’auto elettrica inquina: più a lungo usiamo quell’auto e più emissioni di CO2 possiamo risparmiare una volta che quella è in strada, ha commentato David Reichmuth, ingegnere del Clean Transportation Program dell’associazione no profit statunitense Union of Concerned Scientists.

Non manca tuttavia l’apprezzamento da parte dell’associazione a tutela del consumatore, Consumer Reports, per gli sforzi delle autorità californiane considerate fondamentali per consentire l’accesso ad una mobilità a zero emissioni a un numero maggiore di clienti non più spaventati da limiti di durata e autonomia.

Il libro “Le batterie al litio nella trazione elettrica e ibrida” è disponibile su Amazon.