Ibride e Elettriche

Auto elettriche: SK Innovation bandita dagli USA per dieci anni

SK Innovation è stata bandita dagli Stati Uniti d’America per i prossimi dieci anni. La decisione è stata presa dalla US International trade commission, dopo una denuncia da parte di LG Chem, che accusava la rivale di aver violato alcuni segreti industriali. L’organo di giustizia ha dato ragione al colosso tecnologico, con una sentenza molto severa che costituisce un durissimo colpo per SK Innovation.

L’azienda tecnologica (anch’essa coreana) ha pianificato importanti investimenti sul territorio americano, tra cui una grossa fabbrica di accumulatori i cui lavori dovrebbero terminare a breve. Questa struttura potrebbe dunque non essere mai utilizzata e ciò comporterebbe una perdita di risorse quasi insostenibile. Nei progetti di espansione, il nuovo stabilimento avrebbe dovuto impiegare 2.600 dipendenti, i quali sarebbero stati impegnati a realizzare batterie per Ford F-150 elettrico e Volkswagen ID.4.

La decisione della trade commission prevede un blocco di ogni attività, produttiva e di commercio, legate a SK Innovation per un periodo di dieci anni. Condizioni che potrebbero compromettere seriamente il futuro dell’azienda. SK ha già presentato ricorso, per cercare di riabilitare la propria causa ottenendo così una revisione delle condizioni. Tuttavia, la commissione ha previsto un’importante deroga.

Visto il coinvolgimento diretto di due aziende (Ford e Volkswagen), SK Innovation potrà continuare la collaborazione per lo sviluppo degli accumulatori previsti dal contratto siglato con l’azienda americana e tedesca. Per evitare che le conseguenze travolgano anche lo sviluppo dei nuovi modelli di automobile, permettendo così a Ford e Volkswagen di trovare un nuovo fornitore di batterie, senza rinunciare alla produzione di due modelli molto attesi e profondamente strategici per lo sviluppo della strategia di elettrificazione.