Auto

Covid-19 e rinnovo patente, nuove proroghe e scadenze

Mediante una circolare del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili arriva una nuova proroga per la scadenza delle patenti e dei fogli rosa, come conseguenza dello stato di emergenza per il Covid-19 fissato fino al 31 dicembre del 2021. Nello specifico, a stabilire la nuova proroga è stata la circolare n. 24231 pubblicata il 24 luglio 2021 dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili.

Con il proseguire della pandemia da Covid-19 è stato inevitabile un prolungamento dello stato di emergenza che porta conseguentemente ad alcune proroghe e novità interessanti per tutti gli automobilisti. Non a caso, le disposizioni sono differenti se si deve circolare in Italia o in Europa: per le patenti ottenute in Italia con validità dal 31 gennaio 2020 al 31 maggio 2021 la validità è prorogata al 31 marzo 2022. Per le patenti con scadenza tra il 1° giugno 2021 e il 30 giugno 2021, la validità è stata invece prorogata di 10 mesi dalla data di scadenza. Mentre per le patenti con scadenza tra il 1° luglio 2021 e il 31 dicembre 2021, vi è una proroga fino al 31 marzo 2022.

Non mancano le novità per gli esami di guida. Coloro che avevano fatto domanda per ottenere la patente nel 2020 potranno pertanto svolgere l’esame di teoria entro il 31 dicembre del 2021. Per quanto riguarda invece le richieste fatte dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 ci sarà un anno di tempo dalla data della presentazione della domanda.

Novità anche per il foglio rosa: per i documenti in scadenza nel periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021 viene applicata la proroga al 31 marzo 2022.

In attesa di leggere il testo definitivo del decreto ministeriale, ci possiamo comunque dichiarare soddisfatti. La proroga risolverà problemi nelle province con ritardi negli esami pratici, però è giunto il momento di mettere mano ad una riforma strutturale con nuove assunzioni di personale. Non possiamo sempre sperare in proroghe e rinvii per sanare un’anomalia che si protrae da anni e che l’emergenza Covid-19 non ha fatto altro che accentuare. Ci auguriamo che il Recovery fund possa essere investito anche nel risolvere le questioni ataviche che riguardano la Motorizzazione Civile, queste le dichiarazioni del presidente Confarca, Paolo Colangelo.