Tom's Hardware Italia
Auto

Dyson progetta un’auto elettrica con batteria a stato solido

Dyson, il colosso degli elettrodomestici di lusso, sta lavorando allo sviluppo di un'auto elettrica basata su batteria allo stato solido.

James Dyson, il guru degli elettrodomestici di lusso, si è messo in testa di realizzare un'auto elettrica. L'appuntamento per il primo modello è fissato per il 2020 e con più di 2 miliardi di euro di investimento nello sviluppo di batterie a stato solido e motori elettrici c'è da credere che ce la farà. E anche che possano esservi grandi novità per le future linee prodotto di tipo domestico.

"La tecnologia delle batterie è molto importante per Dyson, i motori elettrici sono chiave per Dyson, così come il rispetto ambientale", ha dichiarato il patron dell'azienda. "Sto sviluppando queste tecnologie con impegno perché penso che un giorno potremo realizzare un'auto".

dyson

L'azienda di Malmesbury (Wiltshire) sta lavorando su queste nuove tecnologie da almeno 2 anni e mezzo impiegando un team composto da 400 ingegneri. Fra questi alcuni ex Aston-Martin, anche se non si tratterà di una sportiva. 

L'auto non è stata ancora progettata e neanche lo chassis, poiché la priorità sono i suoi componenti chiave come la batteria. Per altro è stato deciso di puntare sulla tecnologia a stato solido invece che su quella tradizionale agli ioni di litio poiché è più sicura, non genera surriscaldamenti, è più veloce da ricaricare e potenzialmente più potente.

dyson

Ad ogni modo c'è tempo e non è escluso che per la parte ingegneristica e produttiva del veicolo si affidi a un colosso del settore, sulla falsariga di quanto stanno pensando di fare i colossi della Silicon Valley.

Sembra replicarsi lo stesso approccio avuto con gli aspirapolveri ciclonici, "rimbalzati" nel 1998 dall'industria tradizionale e oggi punto di riferimento del settore. Dyson ha una sua idea e la porta avanti.


Tom's Consiglia

Comunque gli aspirapolveri Dyson sono davvero una bomba, altro che Folletto.