Tom's Hardware Italia
Auto

e-Golf e Golf GTE, le Volkswagen proiettate al futuro

Abbiamo volato fino a Maiorca per provare le Volkswagen e-Golf (full-electric) e Golf GTE (ibrida plug-in). La nuova e-Golf aumenta l'autonomia, che arriva a 300 km nel nuovo ciclo di guida europeo, mentre la GTE consente di viaggiare in modalità elettrica per 50 km e ha un'autonomia di ben 880 km combinando motore elettrico e a benzina.

Sapete che ogni 40 secondi viene venduta una nuova Golf? La Golf è con noi dal 1974, ha dato il nome ad un'intera generazione e in 42 anni e mezzo ne sono state vendute oltre 33 milioni di esemplari.

Nessun'altra auto europea può vantare una simile frequenza di acquisto; in base a un calcolo puramente matematico significa che da quattro decenni ogni 40 secondi da qualche parte del mondo qualcuno decide di acquistare una nuova Golf.

Se Golf è l'auto più venduta in Europa ci sono ovviamente una serie di motivi, e tutti sono sintetizzabili nel fatto che, con qualsiasi motorizzazione la si scelga, benzina, diesel, elettrica, ibrida oppure a gas, mantiene la sua personalità ed è molto difficile trovarle dei difetti.

5 Motorizzazioni

Qualche settimana fa abbiamo avuto la possibilità di guidare la GTE e la e-Golf, rispettivamente con motore ibrido la prima e 100% elettrico la seconda, sulle splendide strade di Maiorca, isola  delle Baleari popolare per le sue bianche spiagge e il mare cristallino rispetto alle strade ricche di quelle curve e i piacevoli saliscendi che farebbero la felicità di Jeremie Clarkson e soci …..e che hanno fatto la nostra.

IMG 7776 JPG

Golf GTE

E' un'ibrida plug-in equipaggiata con un motore turbo a benzina 1.4 TSI da 150 cv abbinato a un motore elettrico da 75 kW (corrispondenti a 102 CV), in grado di erogare una potenza complessiva di 204 cv e una coppia di 350 Nm, a garanzia di uno scatto 0-100 km/h in 7"6 e una velocità massima di ben 222 km/h.

Esteticamente si distingue dalle sorelle GTI e GTD per le luci diurne integrate nel paraurti, realizzate con la tipica forma a C di tutti i modelli elettrici e ibridi plug-in di Volkswagen e per il "baffo" blu elettrico posizionato al posto di quello rosso.

Molto belli e ad effetto i gruppi ottici posteriori a LED, dotati di commutazione grafica tra luce di posizione orizzontale e luce di stop verticale.

DB2017AU00688
Luci posteriori a LED

Ma le maggiori doti della GTE non sono tanto le prestazioni quanto i consumi, la flessibilità e le dotazioni di bordo. Grazie alle batterie da 8,7 kW, che possono essere ricaricate anche alla presa domestica in 3 ore e 45 minuti, può percorrere fino a 50 km in modalità elettrica, un range ottimo per spostamenti quotidiani attraverso una grande città e per andare al lavoro a emissioni zero.

DB2017AU00693

Per una guida in totale relax è disponibile Traffic Jam Assist, il sistema di assistenza nella guida in colonna, che consente di muoversi in modo parzialmente automatizzato fino a 60 km/h.

Può essere allo stesso tempo una comoda berlina per i lunghi viaggi oppure un'auto sportiva per  scorrazzare piacevolmente per l'isola delle Baleari e divertirsi tra le curve attivando la modalità GTE, grazie alla quale i motori funzionano congiuntamente per garantire un comportamento della vettura marcatamente sportivo.

Percorrendo le curve e i saliscendi maiorchini abbiamo constatato che in modalità GTE si avvicina abbastanza alla GTI, rispetto alla quale ha però 41 CV in meno e un paio di centiaia di chili in più a causa del sistema ibrido; di conseguenza, le reazioni in curva e i cambi di direzione sono meno repentini di quelli della sorella, ma l'ottimo cambio DSG doppia frizione automatico sequenziale a sei marce e l'assetto sportivo contribuiscono comunque a renderla molto piacevole da condurre.

DB2017AU00680

Chi è ai comandi ha a disposizione altre modalità (in totale sono 5, da E-Mode a emissioni zero, a GTE) ad esempio per mantenere costante il livello di carica della batteria o persino caricare quest'ultima durante la marcia ed entrare così senza problemi nelle zone in cui sono ammessi esclusivamente i veicoli elettrici. Volendo, si può viaggiare ad impatto zero fino ad una velocità massima di 130 km/h.

La Golf GTE si avvale poi di una nuova strategia ibrida che, interagendo con uno dei sistemi di navigazione disponibili a richiesta, in modalità Hybrid, considera e ottimizza la strategia ibrida analizzando i dati predittivi relativi al percorso. Ciò significa che la trazione viene gestita sia sulla base dei dati stradali forniti dal sistema di navigazione sia sulla base dei dati GPS.

Per esempio, la Golf GTE riconosce in anticipo la topografia dei tragitti e l'avvicinarsi di autostrade, tratti in salita, strade extraurbane o centri abitati e può adattare l'impiego dei motori al tipo di percorso.

Nel nostro caso, sulle strade extraurbane dell'isola di Maiorca, a una velocità di 100 km/h, ovviamente abbiamo utilizzato maggiormente il motore TSI, ma, avvicinandosi a un centro abitato, il sistema ha riconosciuto questa situazione lungo il percorso e, all'ingresso della zona urbana, la trazione ibrida plug-in ha attivato solo il motore elettrico, e da li in poi la vettura ha viaggiato a emissioni zero e senza consumare una goccia di benzina.

DB2017AU00678

L'abitacolo è esattamente come ce lo si aspetta: esclusivo, ma sobriamente Golf, e degno di una GTI, capace di combinare armoniosamente i sedili col classico tessuto scozzese al volante sportivo, alla strumentazione digitalizzata e al nuovo sistema di infotainment con touchscreen da 9,2" (optional), azionabile anche con comandi gestuali: per cambiare schermata è sufficiente "sfogliare l'aria" davanti allo schermo e avvicinando la mano al monitor compare automaticamente il menù.

Completamente rielaborato e riconfigurato è anche l'impianto radio di serie della Golf GTE: il Composition Media con display da 8 pollici, interfaccia USB e connessione Bluetooth per smartphone Apple e Android tramite App Connect, che integra Apple CarPlay e Android Auto (Google) nei sistemi di infotainment.

ss+(2017 04 28+at+03 20 33)

nuova e-Golf

Apparsa sul mercato nel 2014, la e-Golf è la variante ad emissioni zero della compatta di Wolfsburg.

Esteticamente è un po' meno aggressiva della GTE, manca infatti la struttura a nido d'ape della calandra frontale e i doppi terminali di scarico, che caratterizzano sia la sorella ibrida sia la sorella maggiore GTI.

Sotto il cofano ospita un motore elettrico sincrono a magneti permanenti passato da 115 CV a 136 CV, con un conseguente aumento della coppia massima di 20 Nm, per un totale di 290 Nm.

La nuova batteria agli ioni di litio è posizionata al retrotreno ed ha una capacità di 35,8 kWh: decisamente superiore ai 24,2 kWh espressi dal modello precedente.

Numeri sensibilimente migliorati anche sul fronte delle prestazioni, con uno scatto da 0 ad 100 km/h coperto in 9,6 secondi (quasi 1 secondo in meno del modello precedente), ed una velocità massima cresciuta di 10 km/h, fino ad arrivare a quota 150 km/h.

A richiesta è disponibile la pompa di calore, che funge da modulo supplementare per il riscaldamento elettrico e per il compressore elettrico del climatizzatore. La pompa di calore sfrutta sia il calore derivante dall'aria circostante, sia il calore residuo dei componenti del gruppo propulsore. In questo modo la potenza elettrica assorbita dal riscaldatore ad alta tensione viene sensibilmente ridotta. In inverno, grazie appunto alla pompa di calore, l'autonomia della e-Golf può aumentare fino al 30% rispetto a un sistema di riscaldamento convenzionale.

L'autonomia nel nuovo ciclo di guida europeo (NEDC) è di 300 km, che, verificata sui saliscendi della bella isola delle Baleari, si è tradotta in circa 200 km reali, ma ovviamente può variare sensibilimente a seconda dello stile di guida, delle condizioni climatiche e dell'uso del climatizzatore. In ogni caso sono più che sufficienti, secondo Volkswagen infatti, l'80% degli automobilisti non percorre più di 50 km al giorno per andare in ufficio.

Nonostante gli incrementi in termini di potenza e autonomia, il consumo medio di corrente è pari a 12,7 kWh ed equivale a circa 2 litri di carburante per 100 km.

E alla guida come si comporta? Le sensazioni di guida al volante della e-Golf sono ovviamente diverse rispetto alla GTE, ma non ha disatteso le aspettative. Si è infatti rivelata divertente e sempre pronta nell'erogare tutti i suoi 136 cv, con una coppia sempre disponibile,  un'accelerazione decisa e brillante e notevole rapidità nelle decelerazioni, gestite da un freno motore a 4 livelli capace di far entrata in curva il veicolo  "su binari".

XN9A6940

Grazie al baricentro basso, sono poi molto buone l'aderenza e la stabilità, al punto che, a  tratti, ci è parso di guidare un go-kart sulle montagne russe.

Dobbiamo ammettere che non è semplice abituarsi al silenzio totale ma, anche in "full electric", la Golf mantiene  tutte le sue caratteristiche che l'hanno consacrata come best seller in senso assoluto: comfort di marcia e un motore capace di donare a chi huida una buona dose di divertimento.

Aggiungiamo poi che una nuova funzione di assistenza  eco per la guida aiuta il guidatore a risparmiare energia tramite una modalità di guida predittiva. Il dispositivo utilizza i dati sul percorso forniti dal sistema di navigazione di serie e i dati sulla dinamica longitudinale dall'unità di controllo del motore. Non appena la e-Golf si trova in una situazione in cui non ha bisogno di utilizzare elettricità per procedere, ad esempio in prossimità di una coda oppure prima di affrontare delle curve, il conducente riceve tramite il display multifunzione MFA l'avvertimento di rilasciare l'acceleratore. L'MFA fornisce insieme a questo avviso anche simboli grafici che rappresentano ad esempio una curva, un bivio, un incrocio, un limite di velocità o una rotonda.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica della e-Golf, essi dipendono dalla fonte di energia elettrica: con una presa convenzionale da 230 V impiega 13 ore e 15 minuti per recuperare l'80%, con la wallbox da 7,2 kW ci mette 4 ore e 15 minuti, mentre con il sistema CSS (Combined Charging System) da 40 kW i tempi per ricaricare l'80% della batteria si riducono a 45 minuti.

Così come gli esterni, anche gli interni della e-Golf sono stati modificati e ulteriormente personalizzati, oltre che arricchiti da un numerosi equipaggiamenti di serie. Inoltre la e-Golf di seconda generazione è dotata di serie del nuovissimo sistema Discover Pro da 9,2 pollici con comandi gestuali: il non plus ultra sul fronte infotainment.

Un altro tratto caratteristico di questa auto elettrica è rappresentato dalla strumentazione appositamente sviluppata per la trazione elettrica. A questo proposito, per la prima volta la e-Golf è equipaggiata di serie con l'Active Info Display anziché con gli strumenti analogici, per realizzare insieme al Discover Pro un nuovo sistema di visualizzazione e di comando completamente digitalizzato. Nello specifico, l'abitacolo della e-Golf è equipaggiato inoltre con sedili comfort anteriori, volante multifunzione, pomello della leva del cambio rivestito in pelle con cuciture blu e inserti decorativi di nuovo design.

Grazie alla App "Car-Net e-Remote" è poi possibile attivare numerose funzioni, come l'avvio della procedura di carica o della climatizzazione a motore spento, anche tramite smartphone o il portale Car-Net in Internet.

DB2017AU00655
Car-Net e-Remote

"Car-Net e-Remote" è disponibile anche per la Golf GTE.

Come la Golf GTE o le vetture sportive della serie (Golf GTI e Golf R), anche la e-Golf riveste un proprio status particolare all'interno della gamma di modelli, che si riflette anche nella dotazione di serie particolarmente completa.

ss+(2017 04 28+at+04 26 24)

Molto interessante è il Progetto Valore Volkswagen Elettrico, che corrisponde allo sconto dell'Iva se la si compra a rate.

Le auto elettriche in Italia si vendono ancora molto poco rispetto ad esempio a paesi del Nord Europa come Olanda e Norvegia; l'obiettivo del Progetto Valore Volkswagen Elettrico è proprio quello di avvicinare i clienti all'esperienza di utilizzo dell'auto elettrica, rendendola più sostenibile.

Questa offerta coniuga i vantaggi della mobilità a zero emissioni, alla certezza e alla tranquillità verso una tecnologia che rappresenta una novità assoluta per quasi tutti gli automobilisti. Tuttavia, per avvicinare davvero il pubblico alle auto a zero emissioni restano ancora due ostacoli principali da superare: prezzo e autonomia.

La Volkswagen fa un passo importante in questa direzione rispondendo alle esigenze dei clienti con un'offerta innovativa che rende più accessibile nuova e-Golf, grazie a uno sconto pari all'importo dell'IVA e a un valore futuro garantito pari al 50% del prezzo di listino, che, ad esempio, potrà essere usato come anticipo per acquistare una nuova I.D.,  il modello 100% elettrico di futura generazione che sarà disponibile dal 2020 e che sarà proposto a un prezzo pari a quello di una Golf TDI.

Basata sulla piattaforma MEB, appositamente progettata e sviluppata per la mobilità a batterie, la famiglia Volkswagen I.D. offrirà prestazioni superiori e una notevole autonomia, simile a quella delle attuali automobili a benzina.

Questa promozione riduce il prezzo della nuova e-Golf da 39.250 a 32.200 Euro. Con un anticipo pari al 20% del prezzo scontato (6.440 Euro), il Progetto Valore Volkswagen Elettrico 36 mesi permette di avere la nuova e-Golf a 299 Euro al mese (TAN 5,99%).

ss+(2017 04 28+at+04 30 37)

Al termine del contratto, il Cliente potrà decidere se restituire la sua auto elettrica, acquistarla (anche con finanziamento) o, come scritto in precedenza,  sostituirla.