Tom's Hardware Italia
Ibride e Elettriche

FCA pagherà Tesla centinaia di milioni di euro per evitare di essere multata

Per evitare una salata multa, FCA pagherà centinaia di milioni di euro a Tesla per "unire" le emissioni dei due parchi auto.

Quando si dice un matrimonio di convenienza: secondo le leggi legate alle emissioni di CO2, FCA potrebbe rischiare di sforare il limite e pagare una salatissima “multa”. La soluzione che il board di FCA ha deciso di intraprendere è quella di pagare Tesla per dei “crediti emissioni”, il tutto grazie ad una legge europea che permette di sommare poi le emissioni medie delle vetture di Fiat Chrysler con quelle Tesla (la cui flotta è interamente a 0g/km), il valore finale sarà sicuramente più basso dei 95g per chilometro (mentre precedentemente questo numero si aggirava attorno a 123g).

Se ci pensiamo bene, vedendo le mosse di mercato di Ford, PSA o di altre aziende del settore, FCA al momento sta procedendo a rilento nel passaggio (quasi obbligatorio) verso l’elettrificazione della gamma auto.

Non è la prima volta che qualcosa del genere succede: lo stesso Gruppo Volkswagen riesce ad avere auto esotiche come Porsche o Lamborghini proprio grazie alle altre auto, quelle meno inquinanti, così da avere una media emissioni decente. L’accordo tra FCA e Tesla però è il primo ad avvenire tra due aziende separate, senza alcun legame: unendo il loro parco auto per quanto riguarda le emissioni, quindi, FCA eviterà una multa salata mentre Tesla guadagnerà centinaia di milioni di Euro.

Questo non è comunque il primo “ballo” per Tesla: già nel 2018 l’azienda aveva fatto un accordo di ben 103,4 milioni di dollari vendendo il suo “bonus” zero emissioni (mentre l’anno prima era arrivata persino a 279,7 milioni di dollari).