Auto

Fiat 500e, il banco prova ne mostra i muscoli

A distanza di alcune settimane dal rilascio sul mercato, l’attesissima Fiat 500e – la prima vera elettrica di Fiat – si sta lentamente facendo vedere sulle nostre strade. Come probabilmente saprete la potenza dichiarata dalle case produttrici spesso differisce da quella effettivamente erogata dal motore, per questo motivo è sempre interessante testare le auto sul banco prova, cosa che il nostro amico Matteo Valenza ha appena fatto con la nuova 500e; andiamo a scoprire quali sono le prestazioni della piccola elettrica di Fiat.

Per la nuova 500e, Fiat dichiara 118 cavalli, mentre il test effettuato dall’officina ne ha registrati ben 137, di cui 97 cavalli alla ruota. Tantissima la coppia, superiore ai 500 Nm, e tutta subito, come si suol dire. Il confronto di potenza con la 500 1.2 benzina è fortemente a favore dell’elettrico, dato che il motore termico utilizzato da Fiat eroga appena 110 Nm di coppia a ben 3600 giri al minuto con 74 cavalli – dopo una leggera mappatura – di cui solo 46 arrivano alla ruota.

Infine, viste anche le voci legate alla possibilità di una nuova 500 Abarth in versione elettrica, la 500e è stata messa a confronto con una 500 Abarth in versione Turismo: chiaramente anche in questo caso la cavalleria è molto diversa, stavolta a favore del motore termico, e la curva di coppia sale molto di più rispetto al motore elettrico che cala dopo l’iniziale picco – la coppia massima registrata dalla Abarth è di 266 Nm.

In conclusione del video, Matteo e Marino commentano i risultati ottenuti, sottolineando come la 500e sia un’auto allegra e divertente da guidare, ma ponendo l’attenzione su un aspetto potenzialmente pericoloso delle auto elettriche: proprio a causa della curva di coppia molto ripida e immediata, l’utilizzo di auto elettriche potrebbe creare problemi ai neofiti della guida qualora questi non fossero sufficientemente delicati con il piede dell’acceleratore. Non sono da escludere dei rischi legati alla perdita di aderenza, specialmente quando la trazione è posteriore e l’anteriore si alleggerisce in fase di accelerazione.