Motorsport

Formula 1, nasce il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il Presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini hanno recentemente firmato un’intesa al fine di realizzare una campagna di comunicazione denominata Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna. Quest’ultima sarà diretta inevitabilmente al comparto automotive e ai settori collegati in 26 Paesi prioritari, e si svolgerà in occasione del Gran Premio di Formula 1 di Imola fissato per il prossimo 18 aprile.

La nuova iniziativa può essere considerata una grande occasione per la ripresa di diversi settori che, a causa della pandemia da Covid-19, hanno inevitabilmente visto una penalizzazione delle attività produttive. Non a caso, il settore dell’automotive può considerarsi trainante per il comparto della tecnologia, dell’innovazione e della manifattura italiana, se consideriamo che nel 2019 ha registrato un fatturato di quasi 50 miliardi di euro con un export che ha raggiunto cifre di oltre 21 miliardi.

Come ribadito, l’intesa ha visto l’impegno e la conseguente firma del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e del Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini per la realizzazione della nuova campagna, ma tra i partner ci saranno anche l’Agenzia ICE e l’Agenzia di promozione regionale. Tuttavia, in seguito al lancio al Gran Premio di F1 previsto per aprile, saranno tanti altri gli appuntamenti in cui l’iniziativa sarà ripetuta, tra cui Moto GP, Mondiale Superbike di Misano Adriatico e Motor Valley Fest.

L’accordo inaugura un’inedita sinergia tra istituzioni, a livello nazionale e regionale, per il rilancio dell’export. Il nostro obiettivo è quello di potenziare, nell’ambito di un evento di altissimo richiamo internazionale, l’immagine e la competitività dei prodotti e delle tecnologie italiane, attraverso il connubio tra sport e turismo, tra passione per i motori, creatività, bellezza e territorio, ha commentato il Ministro Luigi di Maio.

Stando a quanto dichiarato dal Ministro, dunque, l’obiettivo pone la ripresa economica al centro dell’iniziativa, sottolineando tuttavia come alla base dell’accordo ci sia la volontà di far ripartire l’economia mediante una comunicazione che faccia emergere le eccellenze del territorio. Non sono mancate, inoltre, dichiarazioni da parte del Presidente Stefano Bonaccini, che ha ribadito come lo sport possa diventare inevitabilmente il protagonista di una ripresa e di una conseguente rinascita del territorio.