Motorsport

Formula E, prima gara in notturna in Arabia Saudita

Gara in notturna nel 2021 per il Mondiale di Formula E. Il debutto nell’ePrix di Ad-Diriyah, in Arabia Saudita, dove le gare si svolgeranno sotto luci artificiali. Doppio appuntamento, fissato per il 26 e 27 febbraio 2021, rispettivamente come terza e quarta prova del campionato.

Sostenibilità ambientale

Il via alle due gare sarà dato alle 20 (ora locale) e la pista sarà illuminata da un inedito impianto a LED a basso consumo, che garantisce un risparmio del 50% rispetto ad un tradizionale installazione. Tuttavia, per portare avanti l’obiettivo green della Formula E, l’intero impianto sarà alimentato da energie rinnovabili.

A tal proposito, Alberto Longo, Ceo di Formula E, ha espresso il proprio entusiasmo, dichiarando:

Sono certo che assisteremo a delle gare spettacolari per una competizione mai vista prima. Prima ancora di pensare alla gara in notturna dal punto di vista sportivo, ci siamo assicurati di mantenere lo standard di sostenibilità che ci ha sempre caratterizzati.

Non a caso dunque viene posto il grande obiettivo di soluzioni a basso impatto ambientale, come energie sostenibili e rinnovabili, anche nelle grandi gare da competizione. Lo stesso direttore della Federazione automobilistica Saudita, ha reso note le motivazioni che hanno spinto alla scelta di correre il Mondiale in notturna.

L’Arabia Saudita ha intrapreso un viaggio per abbracciare le energie rinnovabili e sostenibili, quindi la Formula E rappresenta per noi più di una semplice corsa, ma è una vera e propria partnership che guarda al futuro delle energie sostenibili.

Grande partecipazione di Audi

Per la prima volta da quando partecipa in Formula E, Audi correrà con un powertrain sviluppato interamente in casa. Non a caso, le scorse stagioni hanno visto lo sviluppo di powertrain insieme al partner tecnologico Schaeffer. Questa settima stagione porterà dunque al debutto la monoposto Audi e-tron FE07, con la quale Lucas Digrassi e Rene Rast gareggeranno per il titolo.

Da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi ed efficienza complessiva superiore al 95%. Sono solamente alcune delle caratteristiche di Audi e-tron FE07 che in pista avrà l’inedita unità propulsiva MGU05, caratterizzata da un motore elettrico con trasmissione monomarcia e struttura a rotore interno e magneti esterni, assistito da un sistema di raffreddamento ad alta portata e forte di ben sei fasi per l’ottimizzazione dell’erogazione di coppia. Nel dettaglio, il powertrain ha un peso inferiore a 35 Kg, con potenza erogata di 250 kW. Grazie a questa nuova unità, la monoposto elettrica Audi può raggiungere una velocità massima di 240 Km/h.

La partecipazione alla gara conferma, inevitabilmente, il lungo processo di trasformazione della casa automobilistica tedesca verso una mobilità sostenibile e digitale.

Il Motorsport è sempre stato al centro della strategia Audi per lo sviluppo di tecnologie avanguardistiche. Audi e-tron FE07 è dotata di un powertrain elettrico completamente nuovo – ha spiegato Stefan Aicher, Responsabile Sviluppo Motori Elettrici di Audi Sport – e per la prima volta sviluppato internamente all’Azienda.

Siete appassionati di motorsport? Vi proponiamo il set Lego di auto da grand prix disponibile su Amazon.