Auto

Gigafactory Volkswagen in Cina da 180.000 batterie all’anno

La casa costruttrice tedesca Volkswagen, sembra aver avviato i lavori per dar vita a quella che sarà la nuova fabbrica destinata a produrre batterie per veicoli elettrici. Nello specifico, la Gigafactory in questione del marchio VW  – che inizierà il suo lavoro di produzione nel 2023 – sorgerà Cina, precisamente a Hefei. Nel progetto, oltre all’azienda tedesca, è stata coinvolta anche JAC, nonché casa automobilistica emergente cinese, la cui sede si trova proprio a Hefei. Dunque, sembrerebbe che Volkswagen abbia già diffuso alcune informazioni riguardanti gli investimenti necessari per portare a termine i lavori del nuovo stabilimento per la produzione di batterie per auto elettriche.

Ebbene, a quanto pare, saranno investiti 140 milioni di euro e – una parte di questi – saranno necessari per avviare la produzione durante i primi due anni dalla nascita della fabbrica. Nell’arco di questo periodo, è prevista una produzione di almeno 300 mila pacchi batteria, dunque la casa automobilistica Volkswagen – all’interno dello stabilimento che sorgerà a Hefei – prevede di produrre, in un anno, tra le 150.000 e le 180 mila unità. Sembra essere evidente, quindi, che la scelta di far nascere la Gigafactory in Cina – da parte di VW – è stata una decisione ben studiata poiché, in quella zona, il mercato dei veicoli a zero emissioni procede senza sosta.

Solamente nello scorso mese, ad esempio, sono state vendute 7.000 auto ID e – durante questo anno – potrebbero essere immatricolare tra le 80.000 e le 100.00 unità. Inoltre, se si considerano anche le auto con motore endotermico, i numeri del costruttore VW crescono notevolmente: si parla di 3.85 milioni di vetture nel 2020. Si prevede quindi che, la casa tedesca, potrà raggiungere il 40% delle vendite nel nuovo stabilimento cinese ricavandone quasi la metà dei propri profitti. Dunque, dopo alcune indiscrezioni su probabili tensioni tra VW e i partner cinesi, arriva la notizia della nascita di una Gigafactory che sembra placare ogni dubbio a riguardo.