Ibride e Elettriche

Goodwood Festival of Speed 2021: tutte le novità presenti

Lo scorso anno la pandemia di Covd-19 ha cancellato la competizione motoristica organizzata annualmente al circuito di Goodwood, in Inghilterra, che prevede l’esibizione di una serie di veicoli (dai più storici sino alle ultime novità più sportive) e una cronoscalata in un percorso in salita da 1,86 km. Nella giornata di ieri è iniziato ufficialmente la kermesse e si attendono 10 giorni ricchi di eventi non-stop.

Moltissime le novità quest’anno tra cui la “Electric Avenue”, ossia una mostra dedicata ai veicoli completamente elettrici in cui saranno presenti sia le city car sia le hypercar da oltre 1.000 cavalli. Torna inoltre “Future Lab”, un laboratorio dove vengono affrontati temi relativi al trasporto autonomo, allo spazio e a tutte le più recenti tecnologie.  Presente inoltre l’elettrica fuel cell da competizione LMPH2G sviluppata per partecipare al campionato Michelin Le Mans Cup; si tratta di un veicolo altamente innovativo caratterizzato di un pacco di 4 celle a combustibile che alimentano altrettanti motori elettrici per una potenza complessiva di 653 cavalli. LMPH2G adotta, in aggiunta, un nuovo tipo di pneumatici green realizzati per il 46% con materie prime riciclati.

Alfa Romeo, dopo aver festeggiato il suo 111esimo anniversario, arriva a Goodwood con Giulia GTA e GTAm, due super berline alimentate dall’ormai famoso V6 da 2,9 litri e oltre 500 cavalli.

Aston Martin, invece, compare nuovamente all’appuntamento con la nuovissima Valkyrie stradale; una hypercar da 1.160 cavalli sviluppata in collaborazione con Rimac, il produttore croato di supercar completamente elettriche. Valkyrie è, di fatto, una hypercar ibrida prodotta in tiratura limitata e appena 150 esemplari. La casa di Gaydon presenta anche la nuova Vantage F1 Edition, ispirata alla celebre coupé premium, e DBX che quest’anno è stato utilizzato come Safety Car e auto medica al Mondiale di Formula 1.

Ferrari 296 GTB (assente!)

Il produttore tedesco BMW mostra veicoli termici ed elettrici; se da un lato assisteremo al debutto della Serie 2 coupé, dall’altro potremmo ammirare anche le elettriche i4 e iX. La casa di Maranello non sarà assente e per l’occasione ha deciso di partecipare con una ricca serie di supercar: le due ibride SF90 Spider e F8 Tributo abbinate a Roma, 812 GTS e Portofino M. Assente, quasi ingiustificata, la più recente 296 GTB presentata nelle scorse settimane.

Genesis sarà una delle new entry di Goodwood; la casa coreana parte del gruppo Hyundai ha intenzione di svelare la G70 Shooting Brake, il primo veicolo esclusivamente studiato e progettato per il mercato europeo. Previsti al momento solo motorizzazione endotermiche ma è prevedibile in futuro l’arrivo anche di varianti ibride o elettrificate. Hyundai e KIA debuttano con i loro crossover elettrici compatti ideati sulla piattaforma condivisa E-GMP. Se con Hyundai potremmo ammirare la nuovissima Ioniq 5, KIA offrirà agli acquirenti la EV6.

Hyundai Ioniq 5

Tra i debutti inglesi, oltre ad Aston Martin, assisteremo alla presentazione dell’ultima Lotus a combustione interna: Emira. Progettata per sostituire Elise, Exige ed Evora, sarà disponibile con due motorizzazioni: 2.0 litri turbo quattro cilindri di casa AMG e 3.5 litri V6 di origine Toyota. Solo durante l’appuntamento di Goodwood saremo in grado di conoscere anche tutti valori dedicati alla potenza e coppia. Il marchio del Tridente giunge in Inghilterra con la sportiva MC20, erede della MC12, alimentata dal propulsore Nettuno da 630 cavalli.

Tra le elettriche non mancherà Polestar con la sua Precept, una vettura ispirata alla Polestar 3 con linee da gran coupé e obiettivi più che ambiziosi. La futura vettura punta ad intercettare la platea di clienti che Tesla è riuscita a conquistare con la sua Model S. Poche le informazioni in merito anche se si prevede una batteria con grande capacità e la guida autonoma di livello 4. Il produttore di Stoccarda sfoggia a Goodwood il Cayenne Turbo GT, un SUV sportivo ad alte prestazioni pensato per rispondere a Lamborghini adesso e a Ferrari in futuro.

Le novità più fantascientifiche arrivano come sempre da Rolls-Royce che quest’anno presenta le edizioni speciali di Landspeed, basate sulla coupé Dawn e sulla “show car” Wraith. Nate per commemorare il record di velocità stabilito nel 1937 di 502 km/h, beneficiano di un propulsore V12 da 6,6 litri in grado di erogare oltre 500 cavalli. Per Rolls la transizione all’elettrico pare che sia un obiettivo ancora molto lontano. Cameron Glickenhaus, la scuderia statunitense produttrice di supercar, porta in Inghilterra la sua 004S, un bolide da pista caratterizzato da una posizione di guida centrale. Gli aspetti chiave? 850 cavalli, cambio manuale e un’eventuale omologazione stradale.

Pininfarina Battista

Pininfarina, la famosa azienda italiana attiva nel settore delle carrozzerie per automobili, introduce a Goodwood la hypercar elettrica Battista. Come anticipato in più occasioni, si tratta di una vettura altamente esclusiva in grado di sprigionare oltre 1.800 cavalli e una coppia di 2.300 Nm. Prevista una produzione di soli 150 esemplari ad una cifra stratosferica. Non manca, infine, Toyota che sbarca Oltre Manica GR86 (la sostituta della GT86), GR Supra e GR Yaris.

Se non volete perdervi i debutti ufficiali e tutti gli eventi satelliti presenti durante la kermesse vi consigliamo di seguire la diretta presente sul sito ufficiale.