Auto

GP Bahrain: il podio di Vettel tra gioie e dolori

Nel giorno della sua 200esima gara il pupillo di Ferrari voleva impressionare e, a detta di molti, c'è riuscito.

Con la vittoria dell'altro ieri il pilota tedesco conferma i 25 punti portandosi in testa alla classifica e staccandosi di diciassette punti dall'attuale secondo classificato Hamilton.

Al pilota di Heppenheim segue sul podio il finlandese Bottas per soli 0.699 secondi, mentre Hamilton conclude terzo con un ampio distacco di quasi 7 secondi.  

È il 49esimo traguardo per Sebastian ma, come detto da lui stesso, non è stato facile conquistarlo; dai "mind games" tra le scuderie, sempre alla ricerca di un modo per superare le avversarie, al tempo instabile che ha creato non pochi grattacapi ai team in gara e ancora al nuovo regolamento sugli standard degli pneumatici che ha contribuito a rendere la gara di Vettel un vero e proprio incubo.

racefansdotnet 20180408 220938 58

Tra incomprensioni con il muretto e una scelta di mescole, la supersoft alla partenza e la soft per il resto della gara, che molti avrebbero definito come minimo azzardata in relazione alla più parca medium scelta da Valtteri Bottas. La monoposto rossa ha tenuto testa alle Mercedes nonostante il naturale consumo accelerato di una mescola più morbida, che a parità di ritmo tende a consumarsi più in fretta per garantire il maggior grip possibile.

1523217244 0 supervettel bahrain battute mercedes bottas hamilton

Per 39 giri, prima di sfrecciare oltre la bandiera a scacchi, il pilota tedesco ha mantenuto un ritmo perfetto mediando il tempo sul giro con l'usura degli pneumatici, dato che un eventuale pit-stop avrebbe compromesso sicuramente il risultato della gara.

Valtteri Bottas Bahrain 2018

"Una prova quasi eroica" commenta il presidente di Ferrari Sergio Marchionne, riferendosi al ritmo di gara sfiancante che Vettel ha dovuto mantenere per concludere in testa il Grand Prix, al punto che lo stesso primo classificato ha confidato: "Quando mi hanno detto il passo di Valtteri, ho pensato di non potercela fare mai nella vita. Ho cercato di dare il massimo, ma con quel passo ero sicuro che mi avrebbe ripreso".

download

Che dire, un ottimo risultato per Ferrari che in questo momento si gode la vittoria nonostante l'amarezza per il podio mancato di Raikkonen e la frustrazione per l'infortunio di un meccanico, investito dal pilota finlandese durante un cambio gomme, costato alla scudera 50mila euro per rilascio insicuro di personale.