Auto

Green NCAP, 5 stelle per la Fiat 500 elettrica

5 stelle nei test Green NCAP per la prima vettura completamente elettrica di Fiat: parliamo della 500 elettrica che nel 2021 si conferma la prima vettura ad ottenere il massimo dei voti in tutti i test e ad avere ricevere il punteggio massimo di 10 su 10 nell’Indice di Efficienza Energetica. Non a caso, l’auto ottiene il massimo dei punti nel Clean Air Index e nel Greenhouse Gas Index. Sottolineiamo però che l’attuale protocollo dei test prende in considerazione solamente le emissioni dirette e non quelle indirette che possono derivare dalla produzione dell’energia elettrica.

Nel dettaglio, la versione utilizzata da Green NCAP è stata una Nuova 500 equipaggiata con un motore elettrico da 118 CV, in grado di conferire una velocità massima di 150 km/h ed un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,0 secondi. Al fine di valutare l’efficienza, la 500 elettrica è stata testata sia a basse che ad alte temperature, con risultati peggiori ottenuti in ambienti particolarmente freddi con la temperatura -7 gradi. Con riferimento ai dati diffusi, l’autonomia media del veicolo si attesta intorno ai 230 km. Nei peggiori dei casi si scende invece a 182 km.

Consumi di 17,8 kWh/100 km nel test con avviamento a caldo e temperatura ambientale di 14 gradi e 19,3 kWh/100 km nel test con avviamento a freddo e temperatura ambientale di 14 gradi.

Insieme alla 500 elettrica, Green NCAP ha valutato la Honda Jazz Hybrid e la Peugeot 208. Un punteggio di 7 su 10 per quanto riguarda l’efficienza assegnato alla vettura della Casa giapponese. Contenuti inoltre i suoi valori di emissioni di NOx e di CO. Nel dettaglio, i consumi medi si sono attestati sui 5,2 l/100 km, con un’autonomia complessiva di 949 km.

Per quanto riguarda invece la Peugeot 208, ha ottenuto 3 stelle con un punteggio di 7,2 su 10 per l’efficienza ed un consumo medio di carburante di 4,6 l/100 km. L’ente ha preso in esame la versione diesel 1.5 BlueHDi da 100 CV con buoni risultati nei test di efficienza energetica. La media si attesta infatti su valori di 4,6 l/100 km (958 km di autonomia) mentre nel caso peggiore ci si ferma a 5,3 l/100 km (793 km di autonomia). Dai risultati diffusi emerge inoltre che tra i gas nocivi la Peugeot registra valori di NMHC e di CO decisamente bassi. I risultati sul NOx e sul particolato sono invece meno positivi e sebbene le emissioni di CH4 siano contenute la vettura mostra valori di CO2 e N2O sopra la media.