Ibride e Elettriche

Honda-e, la city car elettrica recensita da Matteo Valenza

Dopo anni di rumor, anticipazioni e teaser, la piccola Honda-e è finalmente arrivata sul mercato; ce la racconta oggi, in un nuovo video, il nostro amico Matteo Valenza.

La piccola giapponese è lunga 389 cm, larga 175 cm e alta 151cm, con un peso a vuoto di 1550 kg. Pensata in modo specifico per l’utilizzo cittadino, la Honda-e ha un raggio di sterzata di 4,3 metri ed è omologata per 4 persone.

Il motore è di tipo brushless, installato sulle ruote posteriori, ed è disponibile in due versioni: la prima, da 100 kW di potenza eroga 136cv, la seconda invece arriva a 154 CV grazie a un motore da 113 kW. In entrambi i casi la coppia è di 315 Nm, e lo scatto da 0 a 100 viene coperto in 8s – nel caso della versione più potente.

La batteria è proposta in un’unica configurazione da 35,5 kWh, e secondo Honda dovrebbe assicurare fino a 220 km di autonomia nel ciclo WLTP: nel video Matteo sottolinea come questo dato sia un po’ generoso, in realtà l’autonomia si attesa intorno ai 170 km con una carica. Quest’ultima è disponibile fino a un massimo di 100 Kw – in questo caso la batteria impiega appena 30 minuti per arrivare all’80% – ma è disponibile anche la classica ricarica casalinga a 2,3 kW, e in questo caso ci vorranno circa 18 ore per portare la batteria al 100%.

Il design è assolutamente unico, la Honda-e è un’auto che attira l’attenzione al suo passaggio, grazie alle linee chiaramente ispirate al passato ma impreziosite da tanti moderni dettagli; oltre ai fari anteriori e posteriori a LED e alle belle maniglie a scomparsa, la Honda-e è dotata di diverse telecamere progettate per sostituire gli specchietti retrovisori che quindi diventano digitali, e sono consultabili tramite due display da 6 pollici installati sul cruscotto dell’auto.

Honda propone la piccola elettrica da città al prezzo di partenza di 35.500 € per la versione base, e si sale fino a 38.500 € per la versione Advance da 154 CV.

Honda-e è solo il primo passo di un processo di rinnovamento interno che la casa giapponese ha già avviato, al fine di restare competitiva su un mercato che sta cambiando molto in fretta, spinto anche dalle nuove regolamentazioni europee in materia di inquinamento atmosferico.

Per i dettagli sugli interni e le sensazioni di guida, godetevi il video di Matteo che vi riportiamo di seguito!