Ibride e Elettriche

Hong Guang Mini EV, l’elettrica preferita dai cinesi che batte Tesla

La Tesla Model 3, auto elettrica inevitabilmente più diffusa al mondo, ha una nuova rivale: si chiama Wuling Hong Guang Mini EV e negli ultimi mesi sembra aver sorpassato nelle classifiche di vendita del mercato cinese una delle auto preferite della casa automobilistica di Elon Musk.

La Hong Guang Mini EV sta pian piano conquistando il mercato delle auto elettriche in Cina. Non a caso si tratta di una vettura economica e lo scorso gennaio ha superato per numero di vendite la Tesla Model 3: in base ai dati globali di vendita, la piccola auto elettrica ha superato la vettura della casa automobilistica statunitense con ben 25.778 vendite e 37.000 spedizioni a gennaio 2021. Più nel dettaglio, il 2021 è iniziato con un grande dominio delle vetture elettriche, con l’Hong Guang MINI EV di Wuling diventato il modello più venduto davanti alla Tesla Model 3 e alla Tesla Model Y.

Parliamo dunque di un grandissimo successo legato inevitabilmente al prezzo piuttosto accessibile per la citycar da 2 metri e 92 centimetri che costa il corrispettivo di 4.000 euro. La Hong Guang Mini è disponibile con due diversi tagli di batteria, uno da 9,2 kWh che offre un’autonomia di 120 km, e uno da 13,8 kWh che gli permette di percorrere fino a 170 km. Per quanto riguarda il motore, eroga 13 kW (17,5 Cv) con 85 Nm di coppia ed una velocità massima che non supera i 100 km/h. Nonostante le sue dimensioni ridotte, la vettura ha un passo di 1,940 mm che, congiuntamente ai minimi ingombri della meccanica e della batteria, ha permesso di realizzare un abitacolo con 4 posti. É tuttavia possibile abbattere i sedili posteriori ed avere a disposizione un vano di carico di ben 741 litri.

Battere la Model 3 della statunitense Tesla le ha dunque permesso di salire in testa nella classifica dei modelli elettrici più venduti del Paese. Caratterizzata da una estetica funzionale, la city car unisce alle caratteristiche tecniche richieste dal mercato sia un’adeguata sicurezza che un elevato livello di qualità. A dedicarsi alla realizzazione della piccola elettrica è infatti la Wuling, una nota e qualificata casa automobilistica che fa parte della JV SAIC-GM-Wuling Automobile, di cui General Motors ne possiede il 44%.

É chiaro dunque che l’intenzione della Cina sia quella di accelerare la transizione verso la mobilità elettrica. Lo stesso amministratore delegato del China Market Research Group, ha ribadito come il governo cinese intenda promuovere e ottimizzare la produzione e la commercializzazione delle auto elettriche con l’obiettivo di diventare leader globale di un settore in continuo sviluppo ed espansione.